Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Mille splendidi soli

By pino scaccia | settembre 20, 2008

“Dedico queste parole inutili a tutte le donne private della loro libertà, a tutte la Marian e le Laila  che sono lì sotto un burqa a soffrire in silenzio… / perché non si possono contare le lune sui tetti né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i muri… / Insieme sanguinano il cielo e la terra. / Nei palazzi di fango i fantasmi dell’odio hanno lunghi coltelli invisibili nei denti e una selce al posto del cuore. Dopo ch/ e sei nata non puoi nasconderti, impari presto la legge schivando i sassi aguzzi del tuo macellaio, il tuo sangue darà vita al pioppo e al melograno. / Scalza di tutto nell’oblìo di un sogno la tua anima nel buio dell’esistenza splenderà nel sole senza tramonto”. Piccola Luise

Questa foto è di Nasim Fekrat, il nostro amico “Afghan Lord“. E’ un momento felice per i bambini di Kabul: la distribuzione della scarpe nuove, quasi un tesoro (guardate che tenerezza la piccolina a destra, con una misura spropositata). C’è il modo, concreto, per ripagare questi sorrisi. Tutti noi possiamo fare qualcosa

Comments

comments

Topics: afghanistan, inquestomondodisquali | 153 Comments »

153 risposte per “Mille splendidi soli”

  1. Ale scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 13:34

    Come sei brava… è Bellissima.

  2. franca scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 15:45

    Piccola Luise,non definire “parole inutili” quelle che suscitano emozioni e commozione.E’ ciò che ho provato leggendole.

  3. Toni scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 17:58

    non sarei affatto così sicuro che le donne afgane soffrano sotto il loro burqa… forse per loro è una cosa talmente normale…. però confesso che non ho mai sentito il loro parere a tale riguardo. Ad ogni buon conto il burqa è una dimensione reale della loro esperienza religiosa che ci dimostra come non sia vero che tutte le religioni sono uguali. Di fatto non lo sono. Ed è anche su queste differenze che concepiamo dei giudizi, molto personali ma, nello stesso tempo, e con molta comprensione per gli altri, anche molto conviti… In fondo quello che conta è che tutti siano liberi di sapere, di conoscere e poi di scegliere in coscienza al religione che vogliono. Una persona libera sa bene dove stanno gli idoli e dove sta Dio, l’importante è che possa essere garantito in questa libertà.

  4. pino scaccia scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 18:01

    Basta riandare indietro nel blog e troverai le donne afghane che parlano del burka.

  5. ceglieterrestre scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 18:16

    Ho provato per un po’, a nascondermi dietro un velo, ho cercato, prima di scrivere di capire, di vedere, cosa si provava dietro quel mantello di color del cielo. Una sensazione nuova, come di una seconda pelle, che avvolge che accarezza, il corpo nudo.

    Burqa

    Silenziosa cammini
    dal passo nobile
    avvolta nel burqa
    colore del cielo.
    Ti nascondi
    dagli sguardi
    signora del deserto.
    Oh Profeta!
    Io ti rispetto
    ma dammi tanta fede
    perchè io posso
    servirti ancora
    fino al giorno del
    mio trapasso.
    Anche io sono
    una tua figlia
    sono una donna
    sono una madre.
    Oh Profeta!
    perdona mia figlia
    lei è piccola
    perdonala!
    Lei ha i pensieri
    gentili e nobili
    ti ama…ti prega.
    Ma i suoi occhi
    color del miele
    verso il cielo
    vuole scoprire.
    Oh Profeta!
    E’ una madre
    che t’ implora
    che ti prega.
    Lei ti ama…ti ama tanto.
    lei è giovane ti rispetta
    vuole solo vedere
    con i suoi occhi
    dove va a morire il sole.

    franca bassi

  6. Toni scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 18:27

    Grazie Pino, è vero: “Il burka è una condizione culturale, ormai più una scelta che un’imposizione” (15.6.2008), pure ivi: “appronfidiremo il discorso sul burka. Non è un discorso facile…”
    In effetti avevi pure chiesto ad una di loro (tale Fausia) che non portava il burqa :”Si sente diversa adesso? Si’, molto diversa. Quando mostro il mio viso sono felice” e ancora: “Cosa invidia alle donne occidentali ? Niente, non invidio niente. E neanche chiedo aiuto.” (2.6.2007). E quando gli hai chiesto quale fosse il suo sogno ha risposto: “Io ho tre sogni. La pace innanzitutto. E poi cibo, e liberta’”. Alla fine chiede la libertà.
    Lo avevo già intuito riflettendo anche su quello che mi riferiva quest’estate un militare mio amico in Afghanistan.
    Questo blog è una scuola validissima perchè è una scuola che si fonda sulla realtà, grazie ancora Pino

  7. franca scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 18:47

    Toni,finalmente apprezzi il “nostro”blog.BENVENUTO.

  8. Toni scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 18:58

    scusa, ma l’ho sempre apprezzato fin dal primo messaggio, ovviamente…

  9. Meri scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 19:25

    Grazie, Pino…anche da parte dei bimbi di Kabul. La differenza sta fra chi agisce, collabora e partecipa, come te e altri, e chi fa solo fare pietismo di maniera

  10. StellAlpina scrive:
    settembre 20th, 2008 alle 21:25

    Toni, credo che le ragazzine di 10-14 anni soffrano eccome sotto il loro burqa! Forse perchè non ne conoscono ancora il significato, non sanno il motivo per cui devono indossarlo. O forse lo sanno e lo accettano, ma solo perchè devono, è un’ imposizione, non perchè vogliono. Perchè preferirebbero ammirare il cielo nella sua immensità, vorrebbero rincorrere un pallone avendo un’ ampia visuale. Sì, sognano la libertà. La libertà di decidere per loro stesse, senza imposizioni e costrizioni.
    La foto è bellissima. Io avevo provato a fare qualcosa con l’ aiuto di qualche amico, ma non ho ancora riscosso successo, ahimè! Siamo troppo abituati a guardare solo nel nostro giardino.

  11. Meri scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 05:48

    Stella, se segui il link “tutti possiamo fare qualcosa” c’è un contatore. Bè, devo dire la verità, a me quello zero mi fa incaXXare. Non parlo di te e di coloro che comunque fanno qualcosa, ma di quelli che “fanno finta” di commuoversi davanti a foto del genere e poi non trovano nemmeno qualche spiccio in tasca per contribuire, e non mi facessero il solito discorso “chissà dove vanno a finire i soldi” ( il solito pretesto per non dare nulla), la foto del post dimostra che andranno a buon fine…. se venti persone donassero solo 2€ sarebbero già 40€, e con questa cifra a kabul si possono comprare tantissime cose per questi bambini (per donare basta avere una carta di credito o una posta pay,convertire in euro la cifra attraverso uno dei convertitori che si trovano su internet e poi scriverla in dollari). Questi bambini non meritano lacrime di coccodrillo…

  12. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 13:55

    Certo il burqa salta agli occhi ma c’è anche dell’altro… chissà se fossero liberi di scegliere la religione (senza rischiare nulla) se resterebbero musulmani ?

  13. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 13:55

    “Noi alpini nella valle di Mushai” KABUL

  14. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 13:57

    Toni neppure hai idea di quanto siano attaccati alla religione. Fino a morirne.

  15. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 14:21

    e se la loro convinzione derivasse dall’ignoranza ? Dal non aver mai potuto fare dei confronti con altra fede ?

  16. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 14:29

    Ma perchè pensi che siamo sempre noi i buoni e i giusti? Rispetta le altre fedi.

  17. marghe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 14:35

    Penso che noi siamo abituati a vedere tente cose.. abbiamo la possibilità di scelta in qualsiasi cosa..quindi ci risulta più facile notare le differenze, e magari voler cambiare le cose con più facilità!
    In quella realtà, fin dalla nascita, vedono sempre le stesse cose..penso che tante domande che ci poniamo noi, a loro non vengano nemmeno in mente. Forse solo ora le cose stanno cambiando, in quanto l’influenza occidentale in qualche modo si fa sentire, si iniziano a vedere paesi un pò più tolleranti e meno estremisti.
    E’ un mio piccolo penseiro..

  18. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 14:46

    certo che le rispetto, ciò però non toglie che, per logica, la religione del vero Dio non possa che essere una soltanto. E’ una questione di pura logica

  19. marghe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 14:46

    Viviamo proprio in mondi diversi..
    I bambini di kabul sono felicissimi di ricevere le scarpe nuove..un regalo unico…che li rende davvero felici…
    mentre tanti altri bambini italiani e non cambiano un paio di scarpe ogni due, tre mesi..magari cosi, giusto perchè la moda è cambiata o perchè l’amico o l’amica hanno le stesse scarpette..e sono felici solo se si gli si compra l’ultimo modello di pay station..
    Io ancora non ho bambini, ma sicuramente un giorno voglio insegnare loro, che esistono bambini meno fortunati, che apprezzano cose che oggi per molti di noi, (compresa me stessa) sono scontate e prive di qualsiasi significato.

  20. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:01

    Toni, logica? Per loro “il vero Dio” è Allah. E poi dici che non esistono i fondamentalismi anche da noi?

  21. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:01

    “da sempre i militari italiani in missione all’estero sono apprezzati dalla popolazione locale per il proprio operato”, è vero e speriamo che i talebani ne tengano conto quando torneranno

  22. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:03

    Marghe, sei proprio sicura che l’influenza occidentale sta portando miglioramenti?

  23. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:03

    “Per loro”, dici bene, Pino. E’ un giudizio soggettivo. Io penso semplicemente che se avessero la possibilità di conoscere anche la fede cristiana e liberamente confrontare le due fedi riconoscerebbero la verità e si convertirebbero. Perchè, al di là, delle nostre opinioni personali, la Verità è una sola e non due o tre.

  24. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:08

    Fai cadere le braccia. Mi sembra di parlare con loro quando parlano di Allah. La Verità…. Se fosse così non ci sarebbero tante religioni. Altro che fondamentlsta.

  25. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:09

    Suvvia Pino, l’occidnte porta certo miglioramenti in Afganistan. Pensiamo solo alle migliori cure mediche. Pensiamo anche all’ampia libertà di una società occidentale rispetto a quella quasi inesistente di una società talebana. Il fatto è che la civiltà democratica non la si può imporre. Se uno non vuole la libertà ne faccia a meno. Ma esiste un uomo che non aspira alla libertà ?

  26. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:12

    E poi la cocacola … le magliette firmate … le vetrine…..
    In Afghanistan non ci sono solo i talebani, è un popolo che viene da una civiltà antichissima (e che andrebbe rispettata).

  27. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:15

    Qui ti sbagli Pino perchè mentre loro non sanno chi sia Cristo noi invece sappiamo chi sia stato Maometto. Mentre loro non possono aver letto il Vangelo noi possiamo aver letto il Corano. Noi possiamo usare la nostra intelligenza per conoscere e giudicare. Loro vivono nell’ignoranza ed in una società che impedisce le conversioni. Non sono liberi come noi di scegliere… Il fatto che ci siano tante religioni che significa ? Significa che è naturale e razionale riconoscere l’esistenza di Dio. OK, ma chi è Dio ? Il punto non è sapre che Dio esiste ma sapire Dio chi è. Quindi è ovvio che la religione del vero Dio non può che essere una: a te scegliere, sei libero e informato. Sono altrettanto liberi e informati i muslmani che vivono in quesi paesi ? Non mi sembra…

  28. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 15:18

    “E poi la cocacola … le magliette firmate … le vetrine…..” certo, ma questo è frutto del consumismo. Il consumismo, l’edonismo egoista non è un effetto del cristianesimo che invece costituisce la radice principale della civiltà occidentale e l’unica causa della sua superiorità… con tutto l’amore ed il rispetto per gli Afgani, ma davvero. Anche perchè non è detto che loro non possano sviluppare civiltà cristiane superiori a quella occidentale….

  29. marghe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:00

    Penso non stia portando milglioramenti… però sta mostrando altri stili e modi diversi di vivere.. forse provoca maggiori danni..

  30. Meri scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:06

    è un popolo che viene da una civiltà antichissima (e che andrebbe rispettata)

    Giusto…e andrebbe anche conosciuta, soprattutto prima di parlare a sproposito.
    Considerare la propria come unica verità e voler “convertire” (sic) ad essa gli altri per me è fondamentalismo, che non è patrimonio di una sola religione ma riguarda l’intepretazione (prerogativa umana), più o meno integralista, che si da di essa. Io vedo, purtroppo, fondamentalisti, in tutte le religioni. E’ proprio la convinzione di avere la verità rivelata in mano che porta agli scontri, alle guerre fatte in nome di Dio (Bush e Bin Laden pari sono), alle incomprensioni.
    Gli altri non sbagliano, hanno solo scelto una rappresentazione di Dio diversa dalla nostra. Nessuno può saoere quale sia quella giusta, se non Dio stesso. E io addirittura penso che non ci debba essere per forza quella giusta che prevale sulle altre. L’importante è rispettarsi, appunto.

  31. marghe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:08

    Io sono molto tollerante e rispetto qualsiasi religione e scelta… per me ogni persona è libera di credere o meno in qualsiasi cosa… e non c’è una cosa giusta o sbagliata…io ho il io Dio e loro hanno Allah…
    A me è sempre interessato conoscere le altre religioni… mi ha sempre incuriosita…una mia carissima amica è musulmana.
    Le faccio tantissime domande..a volte esterno anche i miei dubbi e perplessità…
    Peccato che ci siano guerre religiose… Ogniuno dovrebbe essere libero senza voler prevalere sull’altro.

  32. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:34

    Senti Toni, adesso non ti seguo più. Hai pronunciato la parola che non andrebbe mai pronunciata: SUPERIORITA’. Ma chi lo stabilisce? E sono anche stufo di ribattere a un autentico, cocciuto fondamentalista. Il vero guaio, questo sì, della nostra società: causa di frattura e di guerre. Parlo di consumismo perchè si parlava di valori occidentali. Non cristiani, occidentali. Sono profondamente cattolico, ma sei talmente chiuso che mi spingi quasi a ricordare i mali della Chiesa.
    Un vero grande Papa come Giovanni Paolo II si è impegnato fortemente per la convivenza religiosa. Purtroppo è morto.

  33. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:50

    La superiorità della civiltà e della società occidentale è un dato di fatto sotto gli occhi di chiunque. C’è poco da discutere, su questo: basta prendere atto della realtà. Non lo stabilisco certo io, Pino. Ora, va da se che la nostra società occidentale, che ha raggiunto grandi risultati grande alle sue radici cristiane, ha pure dei difetti, che sono il risultato del tradimento di queste radici. Fra questi difetti vi è anche il consumismo, che è appunto non un valore, Pino, ma un falso valore e che nelle nostre società di qualche decennio fa, quando era più cattolica, appunto, non c’era. Se sei cattolico poi non dovresti poi parlare male della Chiesa, che è tua madre. La convivenza religiosa stava a cuore a Giovanni Paolo II così come a Benedetto XVI. Anch’io la auspico. Soprattutto nei paesi musulmani, oltre che in occidente. E lo sai perchè ? Perchè penso che nella libertà la Verità si afferma da sola. E la Verità è Cristo.

  34. Meri scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:54

    Qui ti sbagli Pino perchè mentre loro non sanno chi sia Cristo

    Forse ho letto male…. i musulmani non sanno chi sia Cristo? Ecco, visto che siamo liberi di leggere il Corano, leggiamolo.
    Sono basita…

  35. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 16:54

    Complimenti Toni, sei molto aperto. Dai, facciamo una bella guerra santa.
    Amen.

  36. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:00

    Ma io sono contrario a tutte le guerre, la “Guerra santa” poi è proprio quello che vogliono provocare coloro che hanno ben altri interessi, e comunque non si tratta di cattolici. Per salvarsi un’anima deve seguire Cristo nella libertà e quindi la violenza non ha alcun senso.

  37. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:03

    scusa Meri tu pensi che i musulmani conoscano Cristo ? Pensi che ci sia libertà religiosa in molti paesi islamici ? Pensi che possano davvero confrontare diverse proposte religiose ? E se per caso qualcuno di loro avesse anche l’occasione di conoscere Cristo pensi che possa liberamente convertirsi senza subire violenze di vario genere ?

  38. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:04

    Sono le parole come le tue che provocano le guerre. E neppure te ne rendi conto. Il fondamentalismo cieco, ottuso. L’idea della superiorità.

    Io sono cattolico ma mi è rimasto il cervello per giudicare. C’è chi ha dato la sua vita per la convivenza e chi esaspera le fratture.

    Poi per cortesia smettila di fare catechismo. Ognuno pensi alla propria coscienza.

  39. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:08

    E poi dimostri di non sapere proprio niente dell’Islam. Quanti musulmani conosci, con quanti hai parlato? Hanno una fede così forte che noi ce la sogniamo. Altro che superiorità. E’ una discussione (?) ormai inutile e fastidiosa. A differenza tua, e nello spirito cattolico, il mio sforzo è di portare avanti parole di pace. Le tue non fanno altro che dividere. Per cui, il discorso finisce qui.

  40. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:09

    scusa Pino ma le parole come le mie non provocano affatto nessuna guerra, semmai aprono al confronto. L’unica cosa che dico è di non toccare la libertà di ogni uomo affinchè, senza timori, possa scegliere il vero e il bene. Ora siccome il vero e il bene è Cristo ne consegue che un uomo davvero libero non può che seguirlo. Ma perchè questo avvenga ci vuole la pace e il confronto nella libertà, non la guerra. La guerra la fa chi non ha argomenti veri e convincenti.

  41. latorredibabele scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:12

    REPORTAGE FOTOGRAFICO DEGLI ALPINI NELLA VALLE DI MUSHAI LINK

  42. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:15

    Le parole provocano le guerre, le parole possono essere violentissime. Quando uno si siede e si dichiara superiore come fa ad aprire un confronto? I tuoi non sono ragionamenti, sono dogmi.

    Tu scrivi il vero e il bene è Cristo . Mi ricordi esattamente un vecchio mullah afghano quando diceva: l’unico Dio è Allah. Dove stanno le differenze, dove sta il confronto? Questo non è parlare.
    Punto.

  43. StellAlpina scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:22

    Alcune delle foto del reportage toccano proprio le corde più sensibili dell’ essere umano. La famigliola sorridente, l’ anziano con la mano sulla fronte, la bambina con la matita agli occhi (almeno credo) e le mani rovinate dal freddo, le donne in burqa che portano i propri figli dal medico per i vaccini…
    Ecco perchè i nostri militari sono lì.

  44. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:23

    Scusa ma è Gesù che ci dice: Io sono la Via, la Verità e la Vita

  45. Meri scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:25

    Se io fossi un musulmano di certo non accetterei uno che mi dice che la sua civiltà (cristiana) è superiore e che io sono uno da convertire….
    Vorresti pure che accogliessero quelli come te a braccia aperte?
    Nel Corano la figura di Cristo, come quella della Madonna, è riconosciuta e rispettata. Cristo per l’Islam è un profeta, e Maria sua madre. Mi pare che le basi per un incontro, volendo, ci siano. Volendo, però. E se si fanno discorsi su presunte superiorità di una civiltà rispetto alla’altra questa volontà io non la vedo.
    Allora cosa dovremmo dire dell’ebraismo? Convertiamo pure gli ebrei? Anche loro fanno parte di una civiltà inferiore?
    L’idea della superiorità, comunque, è aberrante e mi ricorda delle teorie che andrebbero cancellate dalla storia.
    Vedi? Quella di Bush è una “guerra santa” tale e quale a quella degli integralisti islamici. E lui che ha voluto lo scontro di civiltà. Lui fa le guerre in nome di Dio (che gli parla all’orecchio). E Bush è un cristiano.
    La pace arriverà solo quando taglieremo i rami fondamentalisti, dell’una e dell’altra parte.

  46. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:25

    Chissà se il vecchio Mullah afgano ha mai conosciuto Cristo. Credo proprio di no. Se lo avesse conosciuto e fosse stato libero di scegliere, da persona intelligente e disinterresata, avrebbe sicuramente scelto Cristo

  47. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:27

    Non ne posso più: ti ho detto di non fare catechismo. Neppure i preti sono così chiusi. Dovresti conoscere padre Bossi, un grande uomo di fede. E una persona intelligente: il suo grande orgoglio è di avere, a Payao, metà parrocchiani cristiani e metà musulmani.

  48. sergio scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:27

    e vogliamo parlare della pedofilia e di quel prete che ha infastidito una donna l’altro giorno e il vescovo gli ha dato pure ragione? ma facciamola finita

  49. Ale scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:28

    Questo è vero: se uno chiude così qualsiasi discorso non c’è confronto da ambo le parti. E’ anche vero però, che credo di capire, ripeto ‘credo’, che Toni si riferisce alla Storia… che il Dio è uno e tutti gli altri sono dei profeti, con altri percorsi. Comunque spirituali e altrettanto reali. Credo che abbia sbagliato termine: “superiore”. Nel senso che voleva ribadire Dio, e il Cristo, come realtà sprituali e creatrici primordiali e primarie, e non come “superiorità di specie” ecco. (speriamo non creo ulteriore confusione invece, io).
    Poi, che la religione musulmana ometta la libertà è un altro fatto fuori di dubbio, secondo me. Ma il fanatismo è la vera arretratezza Toni. E quello si manifesta, spesso, in tutte le religioni.
    La verità è una infatti: dove c’è Armonia e Creatività.
    Tutto il resto è voler aver o meno ragione.

  50. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:30

    scusa ma parli di catechismo come di una cosa negativa ? Sto dicendo cose reali mica faccio teorie

  51. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:31

    Ma ci fai o ci sei? (riferito sempre a Toni). Quel mullah aveva 114 anni, pregava sette volte al giorno, dotato di una grande fede. E sicuramente più intelligente e preparato di molti di noi.
    C’è un altro mondo oltre al nostro, sveglia!!!!!!!

  52. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:32

    La fede non è reale. E’ fede.
    Tu non discuti, vai avanti a dogmi. E qui nessuno ha bisogno di lezioni. Casomai ne hai bisogno te che discuti degli altri senza conoscerli.

  53. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:33

    scusa Sergio ma che discorsi sono ? Anche Gesù aveva scelto un apostolo come Giuda e lo sapeva benissimo che tipo era. E poi i preti possono peccare, non è detto che diventino santi automaticamente solo perchè sono preti. La libertà che Dio ha dato all’uomo è un grande mistero

  54. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:36

    Scusa Pino ma Gesù è reale. Il Vangelo è storia reale. La fede scatta dopo nel momento in cui dici: OK Gesù ho visto e ti credo

  55. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:36

    Il fanatismo, sì il fanatismo è il grande pericolo. E il fanatismo con ha confini, neppure religiosi.

  56. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:38

    Niente è reale. La fede lo fa diventare reale. Bastaaaaaaaaaaaaaa

  57. sergio scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:39

    che discorsi faccio? concreti molto concreti, sei te che stai sulla luna

  58. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:39

    è vero, perchè il fanatismo prescinde dalla realtà. Di fatti il cattolico, se è veramente tale, non può essere fanatico, a meno che non intendi per fanatismo l’amore e per fanatico il martire

  59. roberto scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:41

    fanatismo? credo che pochi musulmani siano fanatici come te!

  60. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:41

    “niente” è reale ? ma cosa dici ? OK basta

  61. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:42

    dunque tu Sergio ripudi Cristo e la sua Chiesa solo perchè qualche prete ha commesso peccato ? Scusa ma è una fesseria assurda. Non sai cosa ti perdi

  62. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:43

    Era ora.

  63. sergio scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:43

    ma chi ti ha detto che ripudio? ma chi ti credi di essere per giudicare sempre gli altri? io credo, forse piu di te, ma ho gli occhi aperti

  64. Ale scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:47

    “Niente è reale” significa distinguere tra la fede, e te lo dice la parola stessa che cos’è la fede, è affidamento: affidarsi a……, e il ragionare con la propria libertà. La stessa libertà di cui parlavi poc’anzi: intesa bene o malintesa libertà. Sicuramente non sempre giustificante……. e dalla parte delle “indulgenze”, come spesso i religiosi quando gli fa comodo.

  65. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:48

    Varrebbe la pena di sottolineare che un conto è Cristo, un conto la Chiesa. Come attaccare Bush non significa essere antiamericani, ma solo critici verso una linea politica. Si può essere profondamente credenti e non essere d’accordo con il Papa.
    Ma sono stanco di sbattere la testa contro il muro. Chi mi conosce sa che odio i muri.

  66. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:50

    Grazie Ale, io non ce la faccio più e mi tiro fuori.

  67. Ale scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:51

    Vero. Verissimo. E se non fosse quel muro…. la Chiesa (e Bush) non sarebbero così in crisi

  68. Ale scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 17:53

    Ah prego! :)) ma neanch’io amo le polemiche, e se stiamo tranquilli è un po’ faticoso ma magari si discorre… Toni tranqui è, davvero!
    Oh poi sennò, ognuno le sue idee è….. sia chiaro.

  69. NyFrigg scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:11

    Ahahahahahaha!!!!!

    Toni, commento 37, ore 17.00 del 21 settembre 2008: Ma io sono contrario a tutte le guerre, la “Guerra santa” poi è proprio quello che vogliono provocare coloro che hanno ben altri interessi, e comunque non si tratta di cattolici. Per salvarsi un’anima deve seguire Cristo nella libertà e quindi la violenza non ha alcun senso.

    Toni, commento 91 ore 13.39 del 13 settembre 2008 (nel posto “Rotirno a casa”) Magritte perchè mi attribuisci posizioni che non mi appartengono ? Non essere pacifista (e io non lo sono) non significa però essere un guerrafondaio. Così come essere pacifista non significa essere un pacificatore. Sa vuoi la pace prepara la guerra, dicevano gli antichi romani. E avevano ragione. pensi forse che se l’Afganistan o l’Iraq fossero state capaci di difendersi facendo male chi li attaccava sarebbero stati ugualmente attaccati? Certo che no. E poi, diciamolo, purtroppo non siamo in un mondo di gente che, presa una sberla, porge avangelicamente l’altra guancia. E’ necessario e doveroso, oggi come Unione Europea, essere molto ben armati per essere pronti, se del caso, a difendersi o meglio ancora a non indurre nessuno in tentazione di attaccarci perchè la pagherebbe cara. Sappiamo che anche i soggetti più aggressivi non sono comunque coglioni autolesionisti. Ricorda che chi si fa pecora il lupo lo mangia…

    A parte il commento su una frase di Cristo usata a sproposito, che ho già espresso altrove, ti dico solo: smettila di arrampicarti sugli specchi pur di aver ragione!

  70. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:11

    Pino, non c’è salvezza fuori dalla Chiesa di Cristo, che è quella cattolica. Gesù ha dato a Pietro e agli apostoli le chiavi del Cielo. Ricordatelo se vuoi salvarti

  71. StellAlpina scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:15

    Ahahahah! Pino, ti ha minacciato!!! Che ridere!
    (Scusate, ma mi è venuto spontaneo! Ha la petulanza dei Testimoni di Geova).

  72. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:17

    Toni, non so se mi fai più rabbia o tenerezza.
    Te l’ho già detto: pensa alla tua anima che alla mia ci penso io.
    Conosco tanti bravi credenti che la sera vanno a fare le ronde contro gli immigrati solo perchè sono più…abbronzati di noi. Forse è invidia.
    Io ho avuto da ragazzino un grande maestro di catechismo: si chiamava don Luigi Di Liegro, hai presente quello che ha inventato la Caritas aiutando emerginati, prostitute, disgraziati? Un vero santo, un prete di frontiera. Sono stato così fortunato che non ho bisogno di altre lezioni. Mi basta seguire il suo esempio per meritare il paradiso.

  73. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:19

    Stella, forse lo è. Sicuramente sta scendendo ormai a livelli patetici.

  74. sergio scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:23

    hai visto che ci siamo arrivati alle crociate? gia’ cominciano le scomuniche…. o con me o contro di me (non l’ha detto pure bush?)

  75. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:25

    scusa Pino come puoi dire che forse sono un testimone di geova se ho detto che sono cattolico ?

  76. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:26

    Sergio non si tratta di scomuniche ma di salvezza eterna

  77. pino scaccia scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:30

    Hai ragione. Ma mi stai esasperando.
    La salvezza eterna? Insisti? Pensa alla tua. E a quella di Borghezio, di Calderoli e di tutti i crociati.
    Io sono realmente per la pace e Cristo me ne renderà merito, sono sicuro. Stasera pregherò anche per te, stai tranquillo.

  78. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:35

    grazie, stammi bene

  79. Meri scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:37

    Chiamiamo l’esorcista?

  80. Giuseppe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:42

    Sicuaemente Toni è fondamentalista e forse anche ignorante in materia di storia e di scienza.
    1)GLI OCCIDENTALI NON SONO SUPERIORI A NESSUNO.
    2)NON PORTIAMO PROGRESSO SE NON PER NOSTRI INTERESSI
    3)QUALUNQUè RELIGIONE DICE UNA COSA SOLA:AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO (secondo me toni te lo sei scordato)
    4)CHI TI HA DETTO CHE I MUSULMANI NON LEGGONO IL VANGELO?
    5) Secondo me sei pure pieno di soldi, giri con roba firmata e in fondo non conosci che significa morire di fame, ma non per colpa tua, ma per quella degli altri.
    6) Non riesci a guardare oltre, ti senti migliore e ti nascondi dietro la fede.Ma il signore ha per caso detto che noi siamo meglio e gli altri sono ignoranti? ha parlato mai di istruzione o di stupidità? ha parlato mai di conversione?
    mi sembra che ha parlato di una cosa sola: dell’amore fra gli uomini senza distinzione di razza, sesso, ceto sociale o altro: SIAMO TUTTI UGUALI
    7)Ma chi sei tu per giudicare, per parlare di salvezza eterna? Gesù disse: chi è senza peccato scagli la prima pietra….

    poi sei libero di pensarla come vuoi, ti stiamo ponendo diversi modi di pensare e diverse prospettive a cui sei libero di credere o meno.
    Poi una domanda? hai per caso il senso dell’energia tu?

  81. Ale scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:46

    :))) mi fate ridere. Sì però sono sicura che l’ironia non è raccolta, è inutile. Comunque è complicato su un blog. Toni secondo me un po’ quando ti ci metti lo fai apposta. Dopo un po’… e ti diverti.
    Proviamo a razionalizzare, ma sono tematiche importanti, dunque senza giocare…
    Hai affrontato il tema Libertà. Cos’è per te? che significa?
    E il peccato? cos’è. E l’inferno? E il Paradiso?
    Anzi, partiamo dal peccato originale, tanto per ricominciare da adamo ed eva nel vero senso (non mi odiate… :)) se si può, sempre, un piccolo dibattito). Hai parlato di Giuda: perchè Gesù si è circondato di Giuda? E perchè siamo qua, miseramente coinvolti tra meschine esperienze terrene? Dai, comincia, a te l’onore.

  82. Toni scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:50

    Ah dimenticavo Pino, io con Borghezio e Claderoli non c’entro nulla !!!! Per carità….

  83. Giuseppe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 18:52

    mi sono dimenticato una cosa per toni: ma la coca cola la sai dove la fanno e come? le magliette firmate le sai come le fanno e dove? la benzina che metti in macchina la sai dove la fanno e come?il male del consumismo sono due: il profitto e il non riciclo.Basterebbe riciclare tutto e pensare di meno a far profitti enormi.Siamo tutti cattolici e crediamo in cristo e la vera verità è una sola: L’amore fra gli uomini.fate l’amore e non la guerra che si campa meglio.non fai del male a nessuno anzi dai e ricevi amore, campi 100 anni e vivi più in forma….

  84. nupi scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 19:40

    Pino, la tua pazienza è la salvezza !
    Buona serata, spero senza zanzare ( eh eh… sono impaziente perchè vorrei rispondere a certe corbellerie, ma avevo messo un punto. )
    ciao

  85. lorena scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 20:18

    facciamo il punto altrimenti non ci capiamo soprattutto a chi pensa ad una superiorità di razza o di religione da un libro di montanelli ” l’italia giacobina e carbonara periodo che va dal 1789 al 1831 tranquilli non lo riscrivo tutto ma semplicemente perchè si possa verificare con confronti storici.
    mentre all’epoca la in francia la comunione di linguaggio era gia’ avvenuta fra il popolo e la borghesia in italia invece no.
    e trascrivo ”
    in italia queste condizioni mancavano totalmente.OLtre ad essere pochi,eterogenei e poveri, i borghesi erano soli. Un colloquio con le masse non avevano mai potuto istauratlo perchè ne mancava lo strumento fondamentale ;l’alfabeto.La Chiesa,che aveva il monopolio dell’istruzione scolastica, non aveva senito il bisogno di diffonderlo, da quando il concilio di trento aveva formalmente ribadito che il credente non aveva affatto il dovere, anzi non aveva nemmeno il diritto di leggere e d’interpretare le Sacre Scritture.Di esse si era perfino proibita la traduzione in lingua italiana appunto per riservare al prete il compito di decifrare .Il Verbo doveva restare un’esclusiva di casta”………………… bisogna conservare la memoria storica altrimenti non possiamo capire gli altri.
    quello che noi abbiamo conquistato con fatica anche i mosulmani ci arriveranno , è la natura stessa che porterà l’uomo a liberarsi del gioghi imposti se non invieremo bombe ma cultura

  86. marghe scrive:
    settembre 21st, 2008 alle 21:05

    Per fortuna la messa è finita… tra mille prediche… andiamo in pace…. AMEN!

  87. pino scaccia scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 08:26

    scusa Pino, è stata un’inutile polemica, ti prego di togliere dal post “mille splendidi soli” i miei ultimi interventi di ieri sera grazie Toni

    Così ho fatto.

  88. Giuseppe scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 08:39

    Chiedo scusa a questo post per le polemiche e per le tante fanferie che si scrivono, ma non ci vedo più quando sente delle persone che dico più babbarie delle mie….
    Non è il posto o almeno penso che questo blog sia nato con altri scopi.
    grazie

  89. marghe scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 09:36

    E’ stata un’ottima scelta!

  90. Meri scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 09:56

    In questo post si parlava di donne e di bambini che hanno bisogno di scarpe…

  91. StellAlpina scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 12:48

    Meri, ma se non ho la PostePay nè la carta di credito, come si fa?

  92. Meri scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 13:50

    Allora, innanzitutto ringrazio coloro che si stanno interessando, te Stella e chi lo ha fatto scrivendomi privatamente. Poi ho pensato ad una soluzione per chi ha difficoltà con i sistemi di versamento via internet o non ha nè carta di credito, nè posta pay. E’ un metodo che ho già utilizzato in passato per iniziative del genere con il consenso di Nasim. Per prima cosa contattatemi via email lapo72@gmail.com e segnalatemi la vostra volontà di contribuire con un’offerta per i bambini di Kabul, se non riuscite a fare il versamento on line io vi darò gli estremi della mia posta pay e a quel punto voi dovrete semplicemente recarvi in un qualsiasi ufficio postale (non c’è bisogno di essere titolari di una posta pay, basta il contante) e chiedere di ricaricare la mia posta pay fornendo tutti i miei dati. Fatto questo mi comunicherete l’esatto importo in € della somma versata ed io potrò girare i soldi al conto afghano tramite carta.
    ok? :)

  93. Cassandra scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 17:03

    Mi è stato insegnato a rispettare le “regole” altrui, anche quando non le capisco. Non ho nulla contro i simboli religiosi, anzi… trovo che le fedi accompagnino la cultura di molti popoli.
    Il burka ha la caratteristica di isolare il mondo dalle donne e le donne dal mondo… forse protegge, forse separa, forse demonizza: dovrei provare per capire.
    Ma se il mondo che sta al di là il burka avesse le scarpe per i bambini, allora forse sarebbe solo un convenzionale simbolo religioso e non una bandiera, un grido di dolore.

  94. Siv scrive:
    settembre 22nd, 2008 alle 17:32

    Quanto sono belli!!!! E felici… mi vergogno certe volte che i nostri bambini abbiano così tanto…

  95. StellAlpina scrive:
    settembre 23rd, 2008 alle 11:36

    Grazie Meri. E grazie soprattutto per ciò che fai, perchè tu e ceglieterrestre state “smuovendo” le coscienze di tanti di noi.

  96. Ale scrive:
    settembre 23rd, 2008 alle 13:53

    Ringrazio anch’io Meri, soprattutto per quanto facilita le cose snellendo la collaborazione, ma una coscienza personalmente l’avevo già è… ora senza presunzione ma, anzi, è una vita che lamento proprio il menefreghismo e mancanza di “umanità”… di affetto insomma, di sentimenti come dire. Infatti basta facciamo bei pensieri!

  97. Meri scrive:
    settembre 23rd, 2008 alle 14:33

    Un abbraccio a tutte ma i ringraziamenti non servono, sul serio….
    se avete risposto all’appello mio e di Nasim è perchè siete delle belle persone, io non ho alcun merito…
    E poi quei bambini li sento anche un po’ tutti miei, per tanti motivi…
    Grazie a voi

  98. StellAlpina scrive:
    settembre 23rd, 2008 alle 14:42

    Certo Ale, lungi da me l’affermare che non c’è la coscienza. Ecco perchè ho scritto “smuovere”. Sai cos’è, che per quanto a volte ci si sforzi, poi ci si lascia sempre prendere, distrarre da cose apparentemente più importanti e urgenti. Ma io sono sicura che tanti di noi operino “nel sommerso”, senza dirlo. Spero che siano sempre più numerosi…e che riusciamo a dare non solo scarpe, ma anche qualche maglioncino a questi bimbi!

  99. Ale scrive:
    settembre 23rd, 2008 alle 14:57

    Eh… non mi ci far pensare. Nel senso mi gira la testa, il lavoro da fare sarebbe enorme. Ma allora grazie… per i sorrisi che mi avete fatto fare in questi giorni! e ora mi devo muovere… !!! saluti a tutti!

  100. Stefano scrive:
    settembre 24th, 2008 alle 17:37

    Al #69. La salvezza secondo il Concilio vaticano secondo e’ anche di chi fuori dalla Chiesa e non credendo in Cristo si comporta nel concreto come nel Vangelo (anche senza conoscerlo).
    Quindi la predicona su come uno debba salvarsi mi serva francamente fuori luogo…

  101. franca scrive:
    settembre 24th, 2008 alle 23:49

    Toni,ho riletto attentamente tutte le tue affermazioni.Vorrei darti un suggerimento(fraterno).Prima delle risposte:
    1 Lectio
    2 Meditatio
    3 Oratio
    4 Contemplatio.

  102. Magritte60 scrive:
    settembre 25th, 2008 alle 09:32

    Cerchiamo di prenderla con una sana filosofia laica agnostica: Quando Pino e i suoi colleghi vanno in onda a Roma hanno Paolini (grandioso il placcaggio dell’altra sera ma non risolutivo …bisognerebbe far fare un OdS in redazione, per cui tutti prima di andare in onda devono avere di spalle una fontana) e i suoi preservativi (che fa bene a propagandare, infatti l’avrebbero dovuto usare anche i suoi genitori quella volta che lo concepirono) e noi nel nostro piccolo abbiamo il Toni, che già nell’eccezione veneta dire che uno e un Toni, la dice lunga.
    Forse l’errore e il fatto che non rinuciamo mai a cercare di confrontarci con lui.

  103. pino scaccia scrive:
    settembre 25th, 2008 alle 09:46

    Beh, c’è una grandissima differenza. Almeno Toni porta avanti grandi valori.
    Il disturbatore tv è un rubagalline.

  104. Toni scrive:
    settembre 25th, 2008 alle 15:49

    Caro Stefano, scusa ma non faccio prediche. Al #99 scrivi che la salvezza e’ anche di chi fuori dalla Chiesa e non credendo in Cristo si comporta nel concreto come nel Vangelo (anche senza conoscerlo). Di fatti se, conoscendo il Vangelo, ti comporti di conseguenza sarai senz’altro cattolico, coerentemente. Quindi parte della Chiesa. Altro è il caso invece di coloro che il Vangelo non l’hanno mai potuto conoscere. Ad esempio una tribù che vive isolata nella foresta amazzonica. Costoro se amano Dio (la cui esistenza è razionalmente percepita dalla semplice intelligenza umana) e vivono le virtù si salvano. Ma chi sono oggi quelli che davvero, nel mondo globalizzato, non hanno mai sentito l’annuncio evangelico ? Oggi la maggior parte di noi è stato senz’altro raggiunto dall’annuncio evangelico ma, purtroppo, lo ha poi di rifiutato, volutamente o in via di fatto. Ecco per chi ha avuto la Grazia di essere raggiunto dall’annuncio evangelico scatta una grossa responsabilità personale ed il suo rifiuto, il rifiuto rivolto a Cristo, se portato avanti fino alla fine della vita, esclude dalla salvezza. Come vedi non si tratta di fare prediche ma di alzare le antenne prima che sia troppo tardi …

  105. Meri scrive:
    settembre 26th, 2008 alle 14:37

    Se seguite questo link finalmente non troverete più a zero il contatore delle donazioni per i bimbi di Kabul….
    Ringrazio tutti coloro che hanno donato e che doneranno, spero… :)

  106. franca scrive:
    settembre 26th, 2008 alle 18:50

    Meri,era ora.Abitanti della Torre perchè non seguite l’esempio?

  107. StellAlpina scrive:
    settembre 26th, 2008 alle 21:31

    Su rai tre stanno dando un documentario sull’ Afghanistan. Io ho iniziato a vederlo da poco perchè sono stata fuori stasera. Ma quel poco mi basta per sentirmi angosciata, oppressa, triste.

  108. Stefano scrive:
    settembre 26th, 2008 alle 22:55

    Cattolico è solo chi come tale ha ricevuto il battesimo e poi non l’ha rinnegato. Ma sei un prete o solo uno dei, putroppo in crescita, cattolici fondamentalisti alla faccia del cattolicesimo liberale? Spero la seconda se no ci sarebbe veramente da preoccuparsi.
    Il concilio vaticano secondo comunque è chiarissimo. Le opere danno la salvezza e quindi anche,e lo ribadisco, chi non è cattolico o ha abbracciato altra fede.

  109. franca scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 00:03

    Stella,ho seguito il programma su rai tre.”La guerra infinita” di Jacona.
    Illuminante su molti aspetti della guerra in Afghanistan.A seguire “Primo Piano”.Sempre Afghanistan.Incentrato sulle attività dei nostri reparti militari in quella sfortunata terra.

  110. Meri scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 05:30

    Il concilio vaticano secondo fu davvero una benedizione… in quel momento la voce di Gesù parlò al mondo

  111. NyFrigg scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 08:04

    Stefano, non ti preoccpare, è certamente la seconda. Mio zio e mio cugino preti cattolici sono moooolto differenti.

  112. pino scaccia scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 09:44

    Il servizio di Primo Piano era di Nico Piro e Mario Rossi.

  113. StellAlpina scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 10:11

    Davvero interessanti entrambi, anche se quello di Jacona Ho iniziato a vederlo tardi! Ma credo che a breve troverò la puntata nel sito di rai tre. Che tu sappia, Pino, è possibile salvare le puntate?

  114. pino scaccia scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 10:17

    Credo che sul web restino sei mesi. Bisognerebbe catturarle e “poggiarle” da un’altra parte, ma è roba da tecnici. Non so come si fa.

  115. Toni scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 10:17

    Caro Stefano, non sono un prete ma un laico cattolico, quindi non posso essere un fondamentalista nel senso che intendi. Comunque tieni presente che le opzioni politiche sono per definizione opinabili e persobnali. Dici che cattolico è chi ha ricevuto il battesimo. Certo il battesimo ma poi si deve crescere nella Chiesa, non basta restare fermi al battesimo se vuoi salvare la tua anima. Se dopo il battesimo non cresci nella fede è come rinnegarlo, di fatto. Quanto al Concilio Vaticano Secondo è stato, come tutti gli altri concili, un grande dono fatto da Dio alla sua Chiesa ed i suoi frutti si vedranno ancor di più in futuro. Ricorda fuori dalla Chiesa non c’è salvezza, soprattutto per un battezzato. Non è un caso se nessuna personalità mondiale supera in autorevolezza morale e spirituale quella dei pontefici, anche se non hanno divisioni di carri armati al loro servizio (Stalin, che sfidò in tal senso la Chiesa, ed il marxismo, che provò a cancellarla, sono invece in pochi decenni scomparsi per sempre ).

  116. Toni scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 10:29

    NyFrigg, mi permetto di segnalarti, con tutto il rispetto per i tuoi parenti preti, che dopo il Consilio Vaticano Secondo il ruolo dei laici (ovvero di quei cattolici che non sono religiosi) è stato investito di molta più responsabilità apostolica. Anzi è ben chiaro che ogni laico ha il dovere di santificarsi nella sua vita ordinaria, di lavoro onesto, di studio, ecc.. A tal fine non è necessario essere frati, suore o monaci, come è ancora luogo comune ritenere. Certo un laico non potrà amministrare i sacramenti come solo un religioso può fare ma per il resto ha una sua missione apostolica in famiglia, sul lavoro, con gli amici, ecc..

  117. franca scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 10:30

    Toni,hai fatto bene a specificare che il tuo affermare”fuori dalla Chiesa non c’è salvezza”lo riferivi a noi battezzati.Altrimenti,come è già accaduto,rischi di essere tacciato da integralista.Anch’io,qualche volta,non ho potuto condividere il tuo dire perchè ti avevo frainteso.

  118. Meri scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 11:40

    Le disquisizioni filosofico religiose sono molto interessanti, sul serio.
    Ma Dio sarà certamente soddisfatto delle sue creature che continuano a far crescere i contributi per aiutare i bimbi afghani.

    “Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi” (Mt 25, 35-36)

  119. latorredibabele scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 12:20

    Ancora Afghanistan. Stasera su RaiTre (agenda) ore 0.30 va in onda speciale di Nico Piro.

  120. marghe scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 13:03

    Chi ha visto ieri sera il documentario su rai tre sull’Afganistan?
    Sono rimansta senza parole…

  121. Toni scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 14:05

    E’ ovvio Franca. A chi non è stato raggiunto dal messaggio evangelico non si può certo contestare di avere rifiutato Cristo. Certo, ma chi non è stato raggiunto da questo messaggio oggigiorno ?

  122. nupi scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 15:44

    Penso che Cristo si affanni a capire come ci siano uomini che non hanno compreso il suo sacrificio sulla croce. Il sacrificio di uomo… Uguale agli altri uomini.
    La sola idea di superiorità ha sempre generato distacco, odio, male e guerre.

  123. NyFrigg scrive:
    settembre 27th, 2008 alle 18:06

    Meri sei grande :-)

    “Chiedi e ti sarà dato, cerca e troverai, bussa e ti sarà aperto. Perché colui che chiede riceve, e colui che cerca trova, e a colui che bussa verrà aperto.”

  124. Toni scrive:
    settembre 28th, 2008 alle 17:16

    Nupi, Cristo non si “affanna” a capire perchè sa già tutto, essendo Dio è onnipotente. E’ altrettanto vero che ci siano uomini che non hanno compreso il Suo sacrificio sulla croce. Sacrificio di uomo e nello stesso tempo di vero Dio, quale Cristo è. Certamente gli uomini sono tutti creature e l’umiltà, oltre che segno di intelligenza, è una virtù necessaria a tutti per vivere bene, evitando appunto distacco, odio, male e guerre. Questo non significa non saper “misurare” ciò che avviene. Ad esempio Alessandro Ballan oggi è il ciclista superiore al mondo !!!

  125. StellAlpina scrive:
    settembre 30th, 2008 alle 09:10

    DONATE! DONATE! DONATE!
    L’inverno in Afghanistan si avvicina e i bambini hanno bisogno di scarpe e maglioncini! Noi rinunciamo ad una pizza, una birra, un cinema o un pacchetto di sigarette. Loro ci ringrazieranno di sicuro! Ed io posso assicurare che ci si sente molto ma molto meglio dopo aver donato un sorriso con poco.
    (Scusa Pino per questo spot, ma ogni tanto è meglio rinfrescare la memoria!)

  126. franca scrive:
    settembre 30th, 2008 alle 13:19

    Mi unisco all’appello di Stella.
    “VI E’ PIU’ GIOIA NEL DARE CHE NEL RICEVERE!

  127. StellAlpina scrive:
    settembre 30th, 2008 alle 13:46

    Franca! Questa frase mi risuona nella mente da tanti giorni. Ricordo che era anche il tema di una canzone di un campo Grest fatto diversi anni fa con i bambini della parrocchia. Ho provato a cercarla, ma non l’ ho trovata. Però, se la memoria non mi inganna, diceva più o meno così: “date, dice il Signore, date del vostro e vi sarà dato, non tenete forzieri, torri o granai che cadono giù, dentro il cuore dell’ uomo, qualcosa c’è, che spinge ad amare, c’è più gioia nel dare, che nel ricevere, è così!”.
    E allora, finora abbiamo contato quanti commenti raggiungevamo sotto ogni post o da quanti mesi siamo qui. Adesso iniziamo una sorta di Telethon e facciamo avanzare quel 2%, che è pochino… So che tanti dei frequentatori della Torre fanno già tanto per gli altri, ma se tante piccole goccioline d’acqua formano un oceano… Anche 2€ possono essere una gocciolina. E vediamo per quando tornerà Pino a quanto saremo arrivati!

  128. Meri scrive:
    ottobre 1st, 2008 alle 14:13

    Ragazze, semplicemente grazie per il vostro impegno….
    in giro leggo tante parole inutili e falsamente cristiane che se si trasformasserio in euro potremmo ricavarne milioni…

  129. franca scrive:
    ottobre 1st, 2008 alle 14:49

    Stella,quelle parole le ha pronunciate Gesù(AT 20,35).
    Da catechista mi ha fatto piacere leggere che nonostante tutto,
    qualcosina(anche una canzoncina) di quello che proviamo a testimoniare(non insegnare)rimane.

  130. StellAlpina scrive:
    ottobre 1st, 2008 alle 17:00

    So che l’ ha pronunciata Gesù, e siccome era molto bella anche la canzone in cui era inserita, ho provato a ricordarla. Magari se chiedo ai bambini del catechismo, hanno una memoria migliore della mia.

  131. StellAlpina scrive:
    ottobre 5th, 2008 alle 13:49

    Siamo ancora al 2%… Un pacchetto di sigarette in meno, una pizza margherita invece di una frutti di mare, un caffè invece di un cocktail…ed è fatta…
    😉

  132. Meri scrive:
    ottobre 15th, 2008 alle 15:36

    Stellì, adesso siamo al 4%…. Sembriamo quelle che durante le corse tifano per i ciclisti per farli correre più forte :)
    Forse se in molti, anche non volendo rinunciare a qualche euro, dedicassero almeno un po’ del loro tempo e rilanciassero l’iniziativa dove possono (blog, siti, forum, luoghi di lavoro, scuole, bocciofile, dopolavoro, palestre….), il contatore riuscirebbe a salire almeno un pochino. (il contatore in questione lo trovate al link di questo post “tutti possiamo fare qualcosa”)
    Ma per fare certe cose bisognerebbe averla veramente a cuore la sorte di quei bambini….
    Comunque grazie di cuore a chi ha smosso il contatore dopo tanto tempo 😉

  133. StellAlpina scrive:
    ottobre 20th, 2008 alle 17:49

    E mica me n’ero accorta che siamo al 4% ! Dai ragazze, su su….5 euro sono una goccia nel mare…. Pensiamo che tra poco arriva Natale, siamo tutti più buoni, noi navigheremo tra i panettoni e questi bambini non avranno neppure le scarpine… Dai ragazze… Toni, tu una piccola offerta no?!

  134. franca scrive:
    ottobre 20th, 2008 alle 18:09

    Distrattona.E’ un post che andrebbe letto spesso.Anzi pure commentarlo.Così viene posto all’attenzione di più persone.
    Avevo proposto al “magnifico”qualche diavoleria tecnica per essere palese ad ogni post.Ho chiesto collaborazione anche a te.Ma come mio solito sono confusionaria.Non so a chi ho spedito email.
    Adesso rischio il cartellino rosso no giallo sarebbe il primo richiamo:lo chiedo pubblicamente.

  135. pino scaccia scrive:
    ottobre 20th, 2008 alle 18:14

    Non è facile. Non posso entrare nel template.

  136. StellAlpina scrive:
    ottobre 22nd, 2008 alle 18:52

    Infatti è quello il problema, che essendo un post vecchio non viene letto più. Franca, la tua mail non mi è arrivata, mi spiace.
    Pino, sappiamo che il modo lo troverai… 😉

  137. latorredibabele scrive:
    ottobre 22nd, 2008 alle 21:49

    Intanto, nella pagina “Kabul cafè” ho messo il link, poi vedremo di fare di meglio

  138. franca scrive:
    ottobre 22nd, 2008 alle 21:54

    Grazie,Pino.

  139. franca scrive:
    ottobre 25th, 2008 alle 12:07

    Eureka! Il numeratore, anche se lentamente, si muove.
    Essendo Meri “molto impegnata”(;-)) e Stella in “trepida attesa”(:-[ ) ci pensa la” mamma”a pubblicizzarlo.
    Grazie a nome dei bambini di Kabul.

  140. StellAlpina scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 22:47

    Franca, sono in trepidante attesa ma ogni tanto vengo a dare un’ occhiatina. E sono davvero contenta che ul numeratore stia salendo.
    Con altre ragazze del blog abbiamo (forse) anche trovato un modo per far giungere materiale vario ai bambini di Kabul, solo che aspettavamo Meri per un coordinamento. Ma se Meri è così impegnata, mi sa che dovremo provveder noi, anche perchè i primi di dicembre il container che potrebbe ospitare le nostre cose, partirà…

  141. franca scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 23:15

    Stella,sapessi chi ha contribuito.Esterefatta rimaresti(alla siciliana).

  142. StellAlpina scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 23:30

    E che ne sai tu chi è stato?

  143. franca scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 23:45

    Dimentichi che vivo”di Arma e con l’Arma”.
    E come mi disse un bel dì il nostro mentore…”sono quasi una sbirra”…

  144. StellAlpina scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 23:56

    In realtà la vera sbirra qui sono io, pur non avendone in casa. Anzi, sono una vera e propria 007… Basta chiedere in giro…

  145. pino scaccia scrive:
    ottobre 31st, 2008 alle 23:57

    diciamo che sei un’impicciona professionista…
    (guarda che detto da un cronista è un complimento)

  146. franca scrive:
    novembre 1st, 2008 alle 00:00

    Pino,a chi ti riferisci?

  147. StellAlpina scrive:
    novembre 1st, 2008 alle 00:01

    Lo prendo come un complimento, infatti. Ma ti assicuro che il più delle volte non sono io a cercare gli indizi, ma sono loro a venire da me… Io ci metto la fantasia, o meglio la logica. E 2 + 2 fa sempre 4…

  148. pino scaccia scrive:
    novembre 1st, 2008 alle 00:07

    Franca, mi riferivo a Stella. Infatti lei ha capito subito…

  149. franca scrive:
    novembre 1st, 2008 alle 00:18

    Ma lo avevo capito anch’io.Da mamma so,che alle “bimbe”come le chiamano in toscana,i complimenti piacciono tanto.

  150. latorredibabele scrive:
    novembre 1st, 2008 alle 18:20

    Una festa di matrimonio con 100 invitati tra una bambina di 4 anni e un bambino di 7 a Karachi, in Pakistan, e’ stata interrotta dalla polizia, che ha arrestato i genitori maschi dei piccoli e l’ufficiale di stato civile. I papa’ dei due bambini avevano organizzato le nozze per mettere fine ad una lunga faida familiare. Il tribunale di Karachi disposto il rilascio dei tre uomini su cauzione in attesa delle prossima udienza: rischiano un mese di carcere e una multa. La legge pakistana proibisce i matrimoni sotto i 18 anni. Alcuni religiosi musulmani li ritengono ammissibili se i due promessi sposi hanno raggiunto la puberta’.

  151. Meri scrive:
    novembre 4th, 2008 alle 15:19

    Perdonatemi, ragazze ma non so più dove sbattere la testa, risolto un problema, ne spunta un altro… appena avrò risolto tutto prometto che mi metterò a vostra disposizione…
    lo so che per alcune cose sarà tardi ma non posso farci nulla, sono troppo “piccola” per sconfiggere facilmente i “potenti”, ci vogliono tempo, pazienza e massimo impegno…
    e spero di riuscirci…
    Sapere le nostre vite e il nostro futuro in mano a quattro burocrati del cavolo mi fa rabbia ma poi mi carica ancor di più….
    un abbraccio
    meri

  152. StellAlpina scrive:
    novembre 4th, 2008 alle 21:05

    Ciao Meri, avevo letto in giro, non ricordo dove, che sei superimpegnata. Ecco perchè non avevo insistito nelle ricerche, altrimenti sarei corsa a Chi l’ ha visto! Spero che tu riesca davvero a risolvere tutto e realizzare il tuo progetto 😉 Per il motivo per il quale ti cercavamo possiamorimandare. Cioè, non dovremmo, ma si tratta di poco ormai. Abbiamo già l’ appoggio di Franca, di Antonella H, di Marghe. Insomma, un po’ di gente c’è!

  153. grazi scrive:
    dicembre 4th, 2008 alle 20:49

    ciao a tutti..vedete come sono felici quei bimbi?penso proprio di si..se loro starebbero solo per un giorno al nostro posto si sentirebbero ricchi o anche di più..e noi che ci lamentiamo se non abbiamo un paio di scarpe ogni mese..io penso che non ci costa niente mandare 1euro ogni mese..che aspettate..

Commenti