Ricerca

Categorie

Link

Archivio di ottobre, 2008

« Precedente

Quelle che tornano a casa

venerdì, 31 ottobre 2008

Giulia ci ha scritto spesso da Kabul. Era in missione in Afghanistan, adesso è tornata a casa e mi sembra giusto accoglierla con i dovuti onori, come si conviene a una della tribù. Eccola felice che documenta il viaggio di ritorno.

Più sfottò che insulti

venerdì, 31 ottobre 2008

Fosse sempre così. Traffico paralizzato, centinaia di migliaia in corteo a Roma. Protesta dura, ma tutto entro termini civili e soprattutto sfottò più che insulti. Bersaglio preferito naturalmente la ministra, considerata la protagonista di una riforma che probabilmente ha solo firmato. Se pure c’erano, mascherati, come al solito i provocatori sono stati bloccati dallo stesso […]

Se cominciano a picchiarsi

mercoledì, 29 ottobre 2008

E’ stato brutto vedere nuovamente contrapposti (violentemente) due schieramenti estremi. Botte e sediate oggi a piazza Navona fra “destri” e “sinistri”. Accuse reciproche, ma è stato confortante anche notare che molti hanno tentato di calmare i bollenti spiriti. Domattina seguirò quello che presumibilmente si annuncia come il corteo più numeroso. E dunque più pericoloso. Speriamo […]

Insieme si può

martedì, 28 ottobre 2008

L’immagine, sicuramente eccezionale, è di Stringer, un bravissimo fotografo della Reuters. Un gatto guarda divertito un topo in un giardino di Wuhan, in Cina. Giocano insieme, a dispetto della natura che li vuole nemici acerrimi. Una grande lezione: significa che si può convivere, basta volerlo. Per la serie “le bestie siamo noi, mica gli animali”.

Il villaggio globale

lunedì, 27 ottobre 2008

In principio fu la noia. Primi anni Novanta, valle del Don: adesso è Ucraina, allora era da poco “ex Unione Sovietica”. Posti dove ci arrivi attraverso mille chilometri a digiuno e trovi vecchi che non sanno ancora che “qualcosa” è cambiato, perchè sono posti dove per fare una telefonata a Mosca, mica a Roma, bisogna […]

Le guerre non finiscono mai

sabato, 25 ottobre 2008

Mi scrivono dall’Afghanistan: fare il reporter è sempre più difficile, si rischia la vita ogni giorno. Penso agli amici, sono preoccupato. I potentissimi signori della guerra non permettono informazioni serie. Sono i più pericolosi, peggio dei talebani perchè sono loro che non vogliono la pace. Ci riescono facilmente, favoriti dagli errori dei “liberatori”. Ho letto […]

Una rabbia pulita

giovedì, 23 ottobre 2008

Sono tornato in piazza, molti chilometri, tanto ardore giovanile. Una rabbia pulita: fatta di cuore ma soprattutto di testa. Bello, mi è piaciuto. Mi piace sempre quando i giovani si muovono. Nonostante le speranze scellerate di alcuni non è successo niente, nel senso che non ci sono stati incidenti. L’aspetto sicuramente più positivo è stato […]

C’è poco da stare allegri

mercoledì, 22 ottobre 2008

Non che sia scienza esatta, ma il monitoraggio annuale di Reporters sans frontières sulla libertà di stampa ha sempre fatto il punto in maniera sicuramente credibile sulle condizioni in cui lavorano i giornalisti nel mondo. Insomma, sul livello di democrazia. Non ci sono grandi sorprese quest’anno nel rapporto appena uscito. I Paesi più liberi restano quelli […]

Salva la vita di Parwez

martedì, 21 ottobre 2008

L’ho sempre chiamato Parwez per affetto. Perchè ha lo stesso nome (oltre che la stessa età) del mio giovane interprete afghano. Abbiamo tutti sofferto per lui, ci siamo battuti da quando un tribunale lo ha condannato a morte per blasfemia, giusto un anno fa. Pensate, aveva avuto l’ardire di distribuire volantini a favore dei diritti […]

“Voglio raccontare questo pianeta malato”

lunedì, 20 ottobre 2008

  “Ho 25 anni, da quattro giro per il “mondo” in cerca di me stesso… Lo faccio perchè non ho trovato me stesso nel mio amato Paese, e ciò mi duole. Sono cresciuto in una situazione abbastanza complessa (…) Spesso mi sono trovato fuori strada, ferito, a pezzi. Per fortuna qualcosa ce l’ho ed è […]

« Precedente