Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Ciao Rio, “obrigado”

By pino scaccia | febbraio 15, 2009

Rio de Janeiro. Cristo avvolto nella nebbia, quasi una metafora di un mondo che va a rotoli. Sembra che questa terra fantasiosa e inimitabile lo faccia apposta: oggi che dobbiamo partire c’è il sole. Però ci ha regalato un’ora. Il fuso adesso è a meno quattro. Partiamo stasera, soddisfatti di aver conosciuto un Brasile che ha mille problemi, ma che ha la capacità di sorridere. Non solo, ho scoperto lezioni di civiltà che dovremmo imparare invece di scannarci per questioni di poco conto (ne riparleremo). “Obrigado”, grazie: sembra solo un saluto, ma è sicuramente qualcosa di più.

Comments

comments

Topics: brasile | 25 Comments »

25 risposte per “Ciao Rio, “obrigado””

  1. barbara brunati scrive:
    febbraio 15th, 2009 alle 15:45

    E’vero, la nebbia che avvolge Cristo sembra sposarsi perfettamente con quella che circonda noi e le nostre vite piene di dubbi.”E se anche la nostra guida smarrisse la strada?” , ci chiediamo. Ma è in questo momento che dobbiamo lasciarci stringere la mano e procedere,nonostante tutto. La nebbia si diraderà e vedremo di nuovo il sole.

  2. Toni scrive:
    febbraio 15th, 2009 alle 15:54

    il mondo che va a rotoli è soltanto quello che si allontana dalla Chiesa di Cristo

  3. ceglieterrestre scrive:
    febbraio 15th, 2009 alle 18:19

    Grazie gabbiano, per la bellissima immagine,la mia fantasia aveva visto, i miei occhi adesso vedono.

  4. Sydbarrett76 scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 15:50

    anche lì usano la forma “Obrigadinho” come in Portogallo? mi ha sempre fatto morire dalle risate…

  5. pino scaccia scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 18:33

    Tornato.

  6. ceglieterrestre scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 19:13

    Gabbiano ben tornato sulla torre;)

  7. Sissi scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 19:41

    Sai che mi piace quando dici “tornato”, solo così senza altre parole, tipo mio padre. Comunque, bentornato!

    Sydbarret.. a me fai ridere te… sei terribile. (scusa la confidenza, ma è in senso buono). Però ogni lingua nasconde qualche saggezza, e in senso molto più esteso… ma molto, ha un senso. Certo è che sempre meglio di quando fai qualcosa per qualcuno, seppur non richiesto, e non ti dicono neanche grazie!…. – mancava l’uscita ‘critica’… eh, vabbè – .

    Sono in attesa di chicche di saggezza brasiliana! Sul serio, mi riallaccio alle ultime righe del post: parole rinfrescanti… Grazie.
    Parlate voi va, che a me dispiace tanto sul serio se ho un po’ esagerato.. sull’onda dei ‘sentimentalismi’ tutti italiani.
    Ma non sono sempre così anzi di solito no.. chiedo perdòno. :)))
    Un sorriso a tutti.

  8. Padre Brown scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 19:56

    Sei tornato e non hai trovato delle bellissime notizie… misa che era meglio restare a Rio…. no sogni un viaggio dove rientri e le notizie sono migliori diquelle che hai lasciato?

  9. pino scaccia scrive:
    febbraio 16th, 2009 alle 20:08

    Ci spero ogni volta. Ma è sempre più difficile…

  10. Sydbarrett76 scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 08:41

    @ Sissi

    scusa, ma non ho capito…sarà l’ora…era una curiosità…

  11. Sissi scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 13:40

    Sì, aspetta che è un po’ contorto in effetti: “obrigado” (come obrigadihno..diciamo nel ‘piccolo’) risuona un po’ come “obbligato”… più che come semplice ‘grazie’, e allora credevo ti facesse ridere per l’allusione a ciò che spesso , quasi sempre, accade nella vita quando ti danno qualcosa, o ti fanno un favore, o ti prospettano un’opportunità… e scatta l’obrigado’, manco avessi firmato una cambiale! Sai quelle persone che non fanno mai niente per niente e ti fanno cadere le cose dall’alto.. o come se fosse un commercio. Pensavo ironizzassi su questo, perchè io in genere non mi sento ‘obbligata’ proprio di niente… manifesto tutta la mia gratitudine… e Basta… capito? :)))
    Poi certo, tra obrigado e un semplice grazie non pronunciato, ci sarebbe un punto d’incontro… ma sembra troppo difficile… ancora.

    Poi, in senso più esteso, ma qui diventa mezzo filosofico il discorso, invece siamo tutti un po’ obbligati, cioè “in debito”: la vita fluisce eterna e chi ha avuto di più restituirà in.. altri momenti, diciamo, e così come oriente e occidente ecc. niente rimane fermo e immutabile ma insomma qui è un casino da spiegare (è l’una e mezza ma è come se fosse l’alba.. stanotte ho fatto tardino).

    Mio sovrano… Grazie! (io lo devo dire spesso…) per la sopportazione!
    Ceglie, il suocero di Pino è inglese… :-)
    ah dici che ci mi ci mandate tutto in una volta prima o poi?! Pino?

  12. ceglieterrestre scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 20:07

    “…Ceglie, il suocero di Pino è inglese…” Sissi per cortesia mi spieghi cosa significa?
    ;););););)

  13. Sissi scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 21:56

    Che preferisce le bionde no? algide stile Grace Kelly.
    Ma ora comincio a temere Pino… però. Che tra un po’ la Torre tuona..
    Allora mettiamola così: noi siamo Pino’s Angels. Dopo Charlie’s angels e Del Noce…pure Pino ha il suo ‘harem’, ecco.
    (sì ma l’ha detto lui è, del suocero, un sacco di post fa, non ho mica un’agenzia investigativa.) Pino ho finito… Dicci tu un po’ di cose intelligenti!! della civiltà per esempio del Brasile, del post.

  14. pino scaccia scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 22:48

    Avevo due opzioni: cancellarti il commento oppure risponderti pubblicamente. Ecco, ho preferito dirtelo sennò non capisci: stai andando oltre, le questioni personali non hanno nulla a che vedere con un blog, almeno questo, che ha la presunzione di occuparsi di cose serie. Dove ci può anche essere lo spazio per il gioco ma non per le battute inutili e impertinenti. I miei gusti saranno affari miei o no? Sicuramente non sono un motivo di dibattito.

  15. Sissi scrive:
    febbraio 17th, 2009 alle 23:15

    Hai ragione, scusa, ho sbagliato. Ciao, buonanotte.

  16. Sissi scrive:
    febbraio 18th, 2009 alle 04:12

    Scusa, poi sparisco ma sennò sembra altro… (ho riletto).
    Non volevo alludere a nulla, davvero. Cioè, Charlie’s Angels ecc. era un gioco… come il resto. Davvero. Che il casino ormai faccia parte di me io l’ho accettato, ma non sto ‘strumentalizzando’ nulla in vesti equivoche, veramente. Era un gioco al quale tu, giustamente, hai posto un limite… sul ‘personale’, avendo compreso l’ingenuità del caso. Non strumentalizzo nulla, figuriamoci il tuo blog. Spero mi capisci. Ciao. (se vuoi pubblicalo sennò no, non sono mai stata portata per queste questoni!).

  17. ceglieterrestre scrive:
    febbraio 18th, 2009 alle 05:05

    Buongiorno, se ho commesso degli sbagli chiedo scusa al gestore della Torre.
    Cara Sissi, quando scrivo mi sembra che sono molto chiara, a me le battute piacciono, e sono anche sveglia a capirle, ma questa proprio non l’avevo capita. Già mesi indietro ti scrissi che scrivevi bene, ma non ti comprendevo. Pensavo che la colpa era mia, e che mi trovavo di fronte a una mia demenza senile precoce. Ti prego quando scrivi “Ceglie” ricordati che ho 70 anni, e alla mia età, ci si preoccupa un po’, quando non si comprende. Cerco sempre di scrivere semplicemente, e faccio quello che so fare, anche se sbaglio qualche verbo e mi dimentico di mettere la giusta punteggiatura, sono spontanea, e non mi permetterei mai! di invadere lo spazio privato delle persone. Vabbè Sissi, scrivimi chiaro, così non mi preoccupo. Ciao un caro saluto a tutti

  18. franca scrive:
    febbraio 18th, 2009 alle 14:48

    Mia cara “principessa sissi” ormai è prassi il tuo “impelagarti” in
    situazioni intorcinate.
    Ceglie,Pino,posso chiedere clemenza,per la “mia giovane protetta”?
    Anche perchè,qualità rara,chiede scusa quando(per euforia)”sorvola” alcuni limiti.
    \(^_^)/

  19. Sissi scrive:
    febbraio 18th, 2009 alle 15:54

    Ceglie cara, tu non c’entri ci mancherebbe altro! oh mammamia aiutoo… se continuo così non mi serve neanche il testamento biologico!!… -sparita, sparita, ciao –

  20. Sissi scrive:
    febbraio 18th, 2009 alle 21:35

    GRAZIE DI CUORE Franca! Di vero Cuore! :)))) e io che pensavo non fossi più mia ‘amica’! virtuale, vabbè. Anzi, la tua protetta, mi piace un sacco! :-) Je t’adore… sei dolcissima.
    Pino, in tutti i casi ti lascio..respiro.. come dire… – scusa ancora per il ‘personale’ ma stavolta era per rispondere a franca… –
    Un caro saluto a tutti.

  21. pino scaccia scrive:
    febbraio 19th, 2009 alle 00:39

    Sono d’accordo con Francia. Chiedere scusa è un grande atto, non tutti ne sono capaci. “Incidente” chiuso, per me.

  22. Sissi scrive:
    febbraio 19th, 2009 alle 02:07

    Grazie anche a te Pino, è che sono consapevole della mia… scemenza ecco, mi sembrava il termine meno peggio, ma soprattutto non volevo mancarti di rispetto, prima intendo con le uscite cretine. Ciao :)))

  23. ceglieterrestre scrive:
    febbraio 19th, 2009 alle 21:56

    Ciao, carissime gabbianelle e gabbiani vi voglio bene, anche se in questi giorni siamo un po’ smarriti…

    Gabbiani…gabbianelle smarriti

    Quanti gabbiani…
    quante gabbianelle
    hanno lasciato il piccolo mare
    abbagliati dal grande oceano?
    Le belle gabbianelle
    innamorate…infatuate
    la grande scia hanno seguito!
    Siamo rimasti in pochi…
    attaccati a guardia del vecchio faro.
    Quando si fa sera… lanciamo
    gridi di dolore e volteggiamo
    sul mare nel cielo azzurro
    alla ricerca dei gabbiani smarriti.
    Fermiamoci sullo scoglio
    aspettiamo fiduciosi
    accendiamo la luce del faro
    finchè qualche gabbiano la vede
    e ritorna al nostro mare.

    franca bassi

  24. franca scrive:
    febbraio 19th, 2009 alle 22:53

    Ceglie,io aspetto con te.Insieme è meglio.

  25. Sissi scrive:
    febbraio 20th, 2009 alle 02:26

    Mah. Quello di Nina, (Cechov..) è morto. “Ricordi? Uccidesti un gabbiano. Giunse un uomo per caso, lo vide e, per passare il tempo, lo rovinò… Un soggetto per un breve racconto.”
    Livingston… :))) ci riprova e ci riprova… Dopo l’Eden..che non c’è, voglio il ‘paradiso dei gabbiani’. E’ l’unica ragione di vivere…
    E con questo vi saluto, con tanti in bocca al lupo a tutta l’umanità. Di non morire mai…dentro. Vi voglio bene anch’io.

Commenti