Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Riflettori

By pino scaccia | aprile 22, 2009

Mi dicono che piove, che fa freddo e che le scosse continuano. Dopo due settimane ho staccato per tre giorni: domattina sarò di nuovo al campo, fra le tende. E’ come ritornare da vecchi amici. So che non sarà facile, ma sento anche che bisogna tornare. L’altra sera, prima di abbandonare piazza d’Armi, una vecchietta mi diceva: “non ci abbandonate”. L’ho quasi abbracciata. Lo so, lo sappiamo tutti: il giorno che si spegneranno i riflettori c’è il rischio di dimenticare l’ennesima tragedia di quest’Italia bellissima e fragilissima. I riflettori però sono ancora accesi, illuminando fango e disagi. Oltre al largo spazio nei telegiornali, venerdì sera dedicheremo ancora tutta la puntata di Tv7 al terremoto. E poi ci sarà il consiglio dei ministri all’Aquila. E poi arriverà il Papa. Amici, non siete soli.

Comments

comments

Topics: abruzzo | 11 Comments »

11 risposte per “Riflettori”

  1. anna pia fantoni scrive:
    aprile 22nd, 2009 alle 20:26

    Pino, mi sei mancato.
    Sei meraviglioso.
    Un abbraccio.
    Pia.

  2. pino scaccia scrive:
    aprile 22nd, 2009 alle 20:59

    ma io sto sempre qua

  3. Antonio scrive:
    aprile 22nd, 2009 alle 22:11

    Ciao Pino, credo che sia un articolo che rifletta tutta la verità che siamo costretti a guardare. Dimenticare in molte occasioni per l’uomo significa sopravvivere, ma in altre occasioni significa egoismo e ipocrisia nel voler dare tanto all’inizio, quando i riflettori sono lì a chiamarci eroi… ma poi? Non dimentichiamo finché non si raggiunge la normalità.
    Antonio

  4. ceglieterrestre scrive:
    aprile 23rd, 2009 alle 08:00

    Buon lavoro gabbiano, non spegniamo i riflettori sulla vita degli abruzzesi.un caro saluto

  5. Maurizio scrive:
    aprile 23rd, 2009 alle 09:34

    Mi kiedo se’ e possibile ke un telegiornale come il vostro possa sbandierare i dati d’ascolto sui servizi inerenti il terremoto….cosi’ kome se si tratta di una partita di calcio…..io e tanti altri italiani siamo allibiti poi nel vedere “giornalisti” ke intralciano le ambulanze, formulano domande idiote alla gente (signora mi scusi…come si sente?)
    BASTA…se questo e’ il risultato….Beppe Grillo ha ragione…
    Aboliamo l’Ordine dei Giornalisti

    Maurizio Nidielli

  6. Giuliano scrive:
    aprile 23rd, 2009 alle 10:58

    Ciao Pino – mi permetto di darti del “tu” – io vorrei ringraziarti per come fai il tuo lavoro; sei uno dei pochi che non antepone la persona all’Informazione, non a caso scritta con la I maiuscola. Da quando leggo quotidianamente i tuoi pensieri nel tuo blog ho imparato tanto. Aiutaci a non dimenticare: questa – come tante altre pagine della nostra storia – deve insegnarci tantissimo. Grazie.
    Giuliano

  7. giusy scrive:
    aprile 23rd, 2009 alle 11:57

    Dimenticare non si può, signifiherebbe far sentire queste persone ancor più sole!Grazie Pino per questo blog sempre pieno di notizie, emozioni….e altresì un grazie speciale per il lavoro che fai e i tuoi servizi sempre chiari e precisi..da vero giornalista di razza.
    Lì, dove la Terra ha tremato la vita va cmq avanti e ce lo hanno dimostrato, con grande dignità proprio le persone che stanno passando questi momenti terribili .
    Porta loro un sorriso da parte di tutti noi!

  8. pino scaccia scrive:
    aprile 23rd, 2009 alle 22:37

    Maurizio, ognuno risponde per se stesso. Io non ho mai fermato ambulanze neppure da giovane e credo di non aver mai fatto domande così idiote.
    Per il resto, mi pare che i problemi siano altri. Sono passati quasi quindici giorni da quella “famosa” sottolineatura degli ascolti. Come ho già risposto a una signora nel post precedente guardate come è coperto l’evento dal Tg1. Oltre che infuriato sia anche attento: gli episodi che cita non appartengono alla Rai.
    L’ordine dei giornalisti forse è l’unico argine a certe scempiaggini. Visto che sto qui dall’inizio, mi fa infuriare questa generalizzazione. Fate i nomi e i cognomi. Ci sono giornalisti e giornalisti. Cominciate a distinguere. Per favore.

  9. Maurizio scrive:
    aprile 24th, 2009 alle 07:50

    Certo Pino, a mio avviso l’unica grande stonatura vostra rimane quella dei dati ascolto….
    per quanto riguarda i nomi….sono suoi colleghi di altre reti…Alessio Vinci (il neo conduttore di Matrix) ke continuava a far domanda mentre c’era una scossa in atto…intralciando il lavoro di un responsabile (nn ricordo se Protezione Civile o Vigili Fuoco) e poi ttt la stirpe dei giornalisti post CNN by Peter Arnett….mi viene in mente quella di Mediaset ke si e’ imbucata a un matrimonio con veramente poca educazione (Silvia Vada).
    Il mio era uno sfogo lo riconosco….e capisco il suo ragionamento sul nn generalizzare
    Un saluto a Lei

  10. pino scaccia scrive:
    aprile 24th, 2009 alle 08:32

    Infatti. Episodi che non ci appartengono.

  11. nupi scrive:
    aprile 24th, 2009 alle 10:36

    Facciamo i distinguo,per favore!
    un abbraccio,Pino carissimo

Commenti