Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Il calvario di Valentina

By pino scaccia | luglio 26, 2009

“Sono una ragazza di 26 anni, e cerco di spiegarvi la mia storia di malasanità, però non sto tanto bene quindi se farò qualche errore o mi spiego male, cercate di comprendermi. Nell’ottobre del 2007 mi sottoposi a un intervento di settoturbinplastica funzionale (non per estetica), perchè non respiravo bene, dal giorno dell’operazione non ho più avuto pace, ho male a tutto al naso, tutta la fronte e la faccia, e sono gonfia, il naso è il più visibile. Sono tornata più volte con esiti negativi, è con delle uscite sgradevoli e fuoriluogo.Sono andata da altri specialisti, con esiti ancora peggiori. Ho fatto un mucchio di tac, e risonanze, esami del sangue, con esiti delle tac e rmn , qualcuno diceva che non vedeva niente, qualcun’altro vedeva delle cose, e io non so più chi credere. Sono andata da otorini, neurologi, che mi rimandavano dall’otorino, mi hanno dato un mucchio di antibiotici, analgesici a non finire con risultati scarsi, tranne uno o due, antiinfiammatori, ma la febbriciattola non se ne va e ce l’ho da un anno e mezzo. Da tre mesi sto prendendo lyrica 150mg, mattino\pomeriggio\sera, con risultati insufficienti. I medici dopo che racconto il mio problema mi guardano con occhi assenti, non sanno neanche loro cosa dirmi, provano mi aumentano quasi tutti il lyrica , aggiungono\tolgono, qualcosa che prendo e niente più. L’ultimo (un neurochirurgo di Milano) mi ha detto che per lui è un imbrigliamento di nervi. Vi imploro di darmi qualche consiglio, chi è in grado di aiutarmi, qualche centro, qualche nome di specialista. Non so più dove sbattere la testa”. Valentina

Comments

comments

Topics: storie | 6 Comments »

6 risposte per “Il calvario di Valentina”

  1. Sissi scrive:
    luglio 26th, 2009 alle 19:04

    Cara Valentina, io no, non sono una specialista e non ne capisco nulla ma ho dei medici che sono degli angeli d’oro e soprattutto molto bravi. Cioè, non proprio di quel settore ma è uguale perchè poi conoscono… e fidandomi di loro mi sento di consigliarteli, sperando di risolvere. Intanto ti faccio solo un esempio di uno di loro, che è dermatologo, quando una ragazza per una malattia rara ha perso tutti i capelli all’improvviso e ha girato tanto ma tanto, come te, cure su cure, mi sembra per mesi se non per anni, ma tutto inutile. Quando è approdata da questo medico, lui non sapeva se sarebbe riuscito perchè a forza di cure nel frattempo le si era come bruciato… insomma mi mancano i termini tecnici diciamo l’attaccatura dei capelli, la testa non so come dire (non si vedeva ovviamente ma era quasi impossibile, così, intervenire ecco). Ma nel giro di poco tempo… è avvenuto il ‘miracolo': una capigliatura folta e sana e lucida!
    Allora, oggi è domenica e non posso chiamarlo, oltretutto lui è sempre in viaggio e ora bisogna capire dove sta, nè posso pubblicare su un blog il suo numero… mi capisci per questione di privacy e di correttezza soprattutto. Ma tramite Pino, che magari si presta solo stavolta, te lo faccio avere, anzi più di un numero ti dò, e poi ci parlo personalmente con tutti e tre (sono tre).
    Ti auguro con tutto il Cuore di risolvere.
    Ti dò pure una dottoressa.
    Io ti penso con affetto, e tantissimi Auguroni Forza e Coraggio!
    (spero insieme a te).

  2. Siv scrive:
    luglio 27th, 2009 alle 08:50

    Cara Valentina,
    a leggere le tue parole provo tanta tristezza. Possibile non avere pace in questo modo per un intervento apparentemente “semplice”?
    Io purtroppo non saprei come aiutarti perché non conosco medici e soprattutto non appartengo a quell’ambito.
    Però l’unica “soluzione” al momento è continuare a fare visite, cercare specialisti del settore, nella speranza che trovino la soluzione al tuo problema.
    Quello che ti posso dire è che cercando su internet forse puoi raccogliere una rosa di nomi “importanti”, ai quali richiedere una visita specialistica.
    Non so se lo conosci, c’è un sito che si chiama medicitalia nel quale, iscrivendoti gratuitamente, puoi richiedere un consulto. A risponderti sono medici “volontari”, (nel senso che rispondono alle domande delle persone senza ricevere compensi). Ovviamente non ti daranno mai una cura via internet, però forse descrivendo la tua storia qualcuno potrebbe indirizzarti sulla via giusta. Ti consiglio di darci un’occhiata. In fondo non costa nulla.
    Facci sapere.

  3. franca scrive:
    luglio 27th, 2009 alle 15:21

    Valentina,ho un figlio della tua età,Alessandro.E da mamma,mi si è stretto il cuore leggendo delle tue sofferenze.Pur conoscendo molti bravi medici,non saprei, a quale specialista potresti rivolgerti.
    Comunque,per il dolore,in tutte le regioni ci sono centri per le “cure palliative” del medesimo.
    Ti abbraccio forte e scusa se non ti sono stata d’aiuto.
    mammafranca

  4. Enrica scrive:
    luglio 27th, 2009 alle 20:12

    Carissima Valentina, è stato come un pugno allo stomaco leggere le tue parole… purtroppo non penso di poterti indicare alcuno poichè mia figila, qualche anno meno di te, ha e sta passando un calvario simile a causa di una appendicectomia mal fatta a cui è seguito un secondo intervento che ha causato la defferentazione di un nervo inguinale, ossia la recisione. TErapia del dolore, lyrica…per più di un anno senza risultati. Medici che alle prime visite sorridevano con aria di superiorità e sufficienza e poi dopo un paio di settimane si arrendevano.Poi tentativi con agopuntura,terapie alternative e un lieve miglioramento con la medicina omeopatica e un tipo di ginnastica. Ecco, l’unica cosa che sento di poterti dire, un tentativo con la medicina omeopatica, perchè quanto meno ti può far disintossicare dalle massicce quantità di lyrica che anche tu sei costretta a prendere. Ti auguro con tutto il cuore di poter trovare una valida alternativa (mia figlia non ne è ancora uscita come te) che ti permetta di riacquistare quel benessere fisico di cui hai diritto. Enrica

  5. Toni scrive:
    agosto 2nd, 2009 alle 22:15

    è una questione medica. In Italia siamo già messi bene. Almeno rispetto a Cuba, si.

  6. Angelica Visan scrive:
    novembre 23rd, 2009 alle 17:53

    Cara Valentina,
    io leggo appena oggi 23 novembre 2009 la tua storia…e mi dispiace per il tuo dolore…
    Io sono consulente contrassicurazioni e mi occupo dei casi di malasanità….
    Se ti interessa a parlare e sapere a chi appogiarti per un consulto sicuro cercherò di chiedere alla mia Azienda di dirti a chi rivolgerti….
    Poi se è stato l’intervento che ti ha provocato tutto questo faremo in modo che vieni risarcita….
    Non dimenticare che prima di tutto ti valutiamo il caso e se è positivo sarà la nostra cura andare avanti con un anticipo di tute le spese che servono per la vertenza.
    Se è negativo tu non pagheraì nulla….
    Cordiali saluti…
    Angelica Visan
    Consulente Obiettivo Risarcimento srl Treviso
    340-1481642

Commenti