Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

L’ultimo colpo di scena

By pino scaccia | novembre 14, 2009

Piccola soddisfazione personale che voglio condividere con la tribù. Tv7 ieri sera ha superato per la prima volta Matrix, sia pure di poco: share del 14,10 per noi, 13,99 per loro. Un riconoscimento meritato per chi, vi garantisco, si impegna ogni settimana per la trasmissione ma soprattutto la consapevolezza (piacevole) che la formula del rotocalco funziona ancora in televisione, a dispetto di talk show e reality vari. E non si tratta di un orgoglio aziendale, ma generale poichè anche la trasmissione della Bignardi, su Raidue, è staccata nettamente, ogni settimana, dall’approfondimento del Tg1. La puntata di Tv7

 

Stamattina l’ultimo colpo ad effetto: Battisti scrive una lettera a Lula annunciando lo sciopero totale della fame. Lula, già in Europa, gli risponde: “lo sciopero della fame fa male”. La storia della lunga fuga

Comments

comments

Topics: brasile, tv7 | 14 Comments »

14 risposte per “L’ultimo colpo di scena”

  1. Giulia scrive:
    novembre 14th, 2009 alle 23:36

    Interessante questa notizia che sembra in contro tendenza rispetto ai gusti medi degli italiani. Ho sempre sostenuto che programmi rappresentassero una mediocrità del popolo italico. Che non sia un piccolo sentore di miglioramento. Troppa banalizzazione tra i media in generale, pur di fare ascolti o tiratura. Sarebbe l’ora che tv e quotidiani avessero piu coraggio nel….. nell’educare i fruitori agli approfondimenti piuttosto che al tresh. Quindi ben vengano questi successi con maggiore frequenza. Spero che la tv di stato possa tornare, o meglio, rimodernizzarsi attraverso un suo passato fatto di spessore culturale.

  2. Barbara Brunati scrive:
    novembre 14th, 2009 alle 23:46

    Il successo (che giustifica pienamente la soddisfazione) è frutto dell’impegno e della serietà che da sempre infondi nel lavoro e condividi con i tuoi collaboratori. E sono fiera di annoverarmi tra gli spettatori che ogni venerdì scelgono gli approfondimenti di TV7.

    Quanto al Golden Boy,lo sciopero della fame mi pare davvero un’inutile piazzata…Forse pensa che privandosi del cibo passi automaticamente da colpevole a vittima, ma così rischia che la gente si auguri un altro tipo di successo dell’iniziativa: che,cioè, lo sciopero della fame ci privi del tutto della sua compagnia.

  3. Carmen scrive:
    novembre 15th, 2009 alle 02:52

    Colgo al balzo la notizia per salutarti Pino! e un abbraccio alla torre… continuo a seguirti anche se in silenzio

  4. ceglieterrestre scrive:
    novembre 16th, 2009 alle 09:59

    Un caro saluto a tutta la torre. Sono contenta del buon risultato, spero questa settimana di riuscire a vedere TV7,senza sbagliare giorno. Grazie gabbiano e felice giornata di lavoro.

  5. latorredibabele scrive:
    novembre 16th, 2009 alle 16:01

    Roma, 16 nov – Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed`il Presidente brasiliano Luiz Inacio Lula Da Silva hanno parlato oggi a Palazzo Chigi anche dell’estradizione di Cesare Battisti. Lo rende noto lo stesso Lula, conversando con la stampa brasiliina. Sul merito della vicenda Lula preferisce non fare dichiarazioni, finche’ la questione sara’ in discussione presso la Corte Suprema brasiliana. “Se la decisione della Suprmma Corte non sara’ definitiva – dice Lula ai giornalisti – allora potrete rifarmi la domanda”.(AGI)

  6. Giorgius scrive:
    novembre 16th, 2009 alle 18:32

    Terrorismo – Italia: la Procura di Bologna indaga – Aperto fascicolo con ipotesi di associazione sovversiva

    …L’ipotesi alla quale sta lavorando anche il pubblico ministero Enrico Cieri del nucleo anti terrorismo della procura di Bologna è quella di associazione sovversiva; si cerca di capire a chi ricondurre il documento come provenienza. Attenzione alta anche da parte del ministro dell’ Interno Roberto Maroni che si dice “preoccupato per i segnali ricevuti delle attività di un gruppo che si rifà alle Brigate rosse”…

    Leggi:
    http://www.telesanterno.com/terrorismo-la-procura-di-bologna-indaga-aperto-fascicolo-con-ipotesi-di-associazione-sovversiva-1116.html

    ——————————-

    Leggendo le notizie nostrane odierne, sembra di tornare a rivedere le scene di quel vecchio film francese sottotitolato (piccolo cameo giovanile di Ornella Muti), trasmesso qualche giorno fa su RAI Sat Cinema, sulla storia di alcuni pericolosi terroristi d’oltralpe, composti da uno o più soggetti armati, allo sbando… In Italia bisogna trovare il sistema (accordi intelligence europea) nel recidere definitivamente questa stramaledetta porta del terrorismo nostalgico homegrown, composto da “pochi” pericolosi, insospettabili, impiegati, studenti universitari ed altro… Teoricamente, il pericolo futuro è che alcune organizzazioni malavistose continuino a fornire armi ai terroristi internazionali in cambio di ingenti quantità di droga e i terroristi homegrown, neri-rossi, nel fornire agli estremisti islamici documentazione falsificata ed altro, in cambio di addestramento militare-chimico-tecnologico.

  7. franca scrive:
    novembre 17th, 2009 alle 16:09

    “E’ venuto il momento ,scrivono ,di affiancare alla lotta nella società, nei luoghi di lavoro, nelle scuole e nei quartieri, una lotta di avanguardie armate. Alla violenza quotidiana dei poteri forti occorre rispondere con la violenza dei fatti”.E ancora;”Questo regime si regge sulla forza delle armi (mediatiche e militari) e chi lo vuole combattere si deve mettere sullo stesso piano. Non ci si può limitare ad essere idealisti per avere la coscienza tranquilla”… “bisogna organizzare subito ristretti gruppi di difesa contro gli abusi del regime” e “bisogna partire dai piccoli gruppi per azioni di propaganda armata contro i fascisti, i razzisti, i corrotti e gli sfruttatori”
    Chi,come me,ha vissuto gli “anni di piombo”,legge queste farneticazioni,con molta inquietudine e preoccupazione.

  8. Barbara Brunati scrive:
    novembre 18th, 2009 alle 23:16

    ero piccola, durante gli anni di piombo, ma vedo che purtroppo la gente non ha smesso di farneticare in merito a lotte e “abusi del regime”.E questo mi preoccupa ancora di più. E pensare che uno come Battisti possa sentirsi “discriminato” mi fa davvero rabbia.

  9. latorredibabele scrive:
    novembre 18th, 2009 alle 23:35

    Spetta a Lula l’ultima parola sull’estradizione di Cesare Battisti. Il Supremo Tribunal Federal, per cinque voti a quattro, ha lasciato l’autorita’ sulla decisione al presidente brasiliano.

    La Corte si era precedentemente espressa a favore dell’estradizione, grazie al voto del suo presidente Gilmar Mendes: il si’ era passato cosi’ con cinque voti contro i quattro contrari.

    Prima di formalizzare il suo voto Mendes ha deciso una pausa del giudizio. Per giustificare la sua presa di posizione, Mendes ha esaminato la giurisprudenza riguardo all’estradizione di terroristi dei Paesi di grande tradizione giuridica e di quelli che soffrono di un problema endemico di terrorismo, come la Spagna con i terroristi dell’Eta, ed ha concluso che la grande maggioranza identifica il terrorismo alla delinquenza comune, e non al delitto politico e di opinione, in particolare quando si tratta di democrazie, mentre il caso è molto differente quando si tratta di dittature.

    Mendes ha anche citato le reazioni in Italia alla concessione dell’asilo a Battisti da parte del ministro della Giustizia Tarso Genro, da quelle del presidente Giorgio Napolitano e del guardasigilli Alfano fino agli incitamento al boicottaggio dei prodotti brasiliani come forma di pressione sul governo brasiliano, per smentire l’ipotesi di persecuzione politica ai danni dell’ex terrorista e considerarlo invece un’indignazione ‘trasversale’ di tutta la società italiana. Il presidente della Corte suprema ha anche ripercorso passo a passo tutti gli omicidi attribuiti a Battisti, per illustrarne il carattere di delitto “comune” e non politico.

    Secondo Mendes, anche Lula e’ vincolato dal diritto internazionale e sarà quindi nell’obbligo di estradare Cesare Battisti se lo deciderà il Supremo Tribunal Federal. “Il diritto internazionale, come il trattato di estradizione tra Italia e Brasile, è un impegno adottato dal governo brasiliano che il presidente Lula dovrà rispettare”, ha detto Mendes, il cui voto e’ stato determinante per la sentenza di estradizione dell’ex terrorista rosso.

  10. Marzia scrive:
    novembre 19th, 2009 alle 20:15

    Ti sto sentendo ora.

  11. ceglieterrestre scrive:
    novembre 19th, 2009 alle 22:46

    Un caro saluto a tutta la torre felice notte

  12. Stella scrive:
    novembre 25th, 2009 alle 23:08

    Ciao Pino… Buona sera torre. Ero su fb con delle amiche e ci siamo dette “perchè non fare un salto da Pino? speriamo sia in casa”.
    Ci sei…in casa? Ci accogli?

  13. franca scrive:
    novembre 26th, 2009 alle 21:48

    Stella,ci vorrebbe davvero un…colpo di scena:”La scomparsa di facebook “.
    Solo così la nostra amata e rimpianta Torre ,ritornerà ad animarsi.

  14. pino scaccia scrive:
    novembre 26th, 2009 alle 22:33

    già! tutta colpa di facebook

Commenti