Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Mancava un pilastro

By pino scaccia | Gennaio 6, 2010

“La perizia sul crollo della Casa dello studente dell’Aquila sembra dare una risposta chiara alle domande dei familiari delle otto vittime sulle cause della tragedia: «L’ala nord collassata non aveva un pilastro, presente invece in altri punti corrispondenti dell’edificio, che invece hanno retto». I periti della procura della Repubblica, comunque, hanno riassunto in sei censure le concause della disgrazia”. Tutta la notizia sul quotidiano abruzzese “Il Centro”

Comments

comments

Topics: abruzzo | 4 Comments »

4 risposte per “Mancava un pilastro”

  1. ceglie scrive:
    Gennaio 6th, 2010 alle 11:40

    Non sono esperta di pilastri e cemento, sicuramente qualcuno ha sbagliato! So solo che la mia piccola casa di Assergi del XII sec. pietre su pietre, senza pilastri non è collassata, eppure si trovava a pochi chilometri dall’epicentro, non è agibile, ha solo riportato delle profonde ferite, comunque se mi trovavo nell’interno, mi sarei salvata.Per non fare polemiche, penso che, anche tante costruzioni della capitale degli anni 50 in su, sono a rischio. Un caro saluto e felice giornata a tutta la torre

  2. nupi scrive:
    Gennaio 7th, 2010 alle 08:20

    capisco quel che dici,ceglie,ma la casa dello studente è l’apoteosi della costruzione pericolosa-anche senza terremoto.
    Chi ha sbagliato deve pagare e portare per sempre il peso della morte di quelle giovani vite…

  3. lorena scrive:
    Gennaio 7th, 2010 alle 21:54

    neppure io mi intendo di pilastri, io credo che una casa costruita pietra su pietra possa avere una elasticità maggiore rispetto ad una casa a più piani , una casa dove vivono degli studenti si scopre che manca un pilastro , che c’erano crepe , gli studenti dovevano essere messi in sicurezza

  4. Mat scrive:
    Gennaio 19th, 2010 alle 14:01

    Io un pò me ne intendo… e dico: chissà quanti occhi hanno visto il difetto già in fase di costruzione o anche prima, sui disegni. Occhi che avevano proprio la funzione di controllare. C’è molto marciume in quella vicenda, ma ora salterà fuori tutto. Così molti capiranno come qualcuno ha potuto permettersi una Porsche.

Commenti