Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Una via d’uscita per Battisti?

By pino scaccia | marzo 5, 2010

Cesare Battisti, detenuto a Brasilia in attesa di una decisione sulla sua estradizione in Italia, è stato condannato a Rio de Janeiro a due anni di reclusione per uso di passaporto falso. Lo riporta il quotidiano O Globo, secondo il quale l’ex membro dei Proletari Armati per il Comunismo è stato condannato a una pena di due anni in regime di semilibertà.

E’ troppo presto, bisogna capirne di più in quel meandro misterioso e complicato che è la giustizia brasiliana, ma a occhio la decisione del tribunale di Rio de Janeiro sembra fatta apposta per salvare Battisti. In base alla legge locale, infatti, prima di ogni altra azione, bisogna scontare le pene comminate in Brasile. E se è confermato che la condanna è di due anni in regime di semilibertà significa che Battisti può uscire dal carcere e andarsene in giro per il Paese. Un territorio così smisurato che sarebbe poi difficile rintracciarlo: metti che si rifugia nell’infinita Rio (secondo i suoi desideri) o addirittura in Amazzonia, chi lo ritrova più? Così Lula può fare la bella figura di firmare l’estradizione, salvo poi beccare il fuggitivo. Insomma, una presa per i fondelli com’è prassi di questa vicenda, fin dall’inizio.

Comments

comments

Topics: brasile | 4 Comments »

4 risposte per “Una via d’uscita per Battisti?”

  1. ceglie scrive:
    marzo 6th, 2010 alle 09:44

    Forma molto furba per lavarsi le mani, alla “Pontius Pilatus”, questa volta in favore di un criminale, senza crocifissione.

  2. franca scrive:
    marzo 7th, 2010 alle 15:47

    Sono un tantino “disorientata”.Perchè dopo tutti questi anni,in Brasile, si sono “accorti” del passaporto falso?

  3. Barbara Brunati scrive:
    marzo 7th, 2010 alle 21:04

    Lula cerca di salvare capra e cavoli,ma credo che la sua mossa non sia troppo “balossa” (=furba). Non sapeva più cosa inventarsi per salvare Battisti, e dopo lunga meditazione, non ha trovato di meglio che uno squallido espediente.Il Golden Boy sentitamente ringrazia.La dama di cuori, silenziosamente, approva.

  4. ceglie scrive:
    marzo 8th, 2010 alle 12:33

    La Giustìzzia der macchione

    Se er sor Cesare
    je riesce de scappa’
    da le catene de la lègge
    addannà remingo
    pe’ er macchione
    pe’ la vita che je restà de campà
    e puro senza rinnovà er premésso.
    Speramo che ‘sta vòrta
    la cumprisìone(natura)
    nu sia guèrcia
    ma de giustìzzia vera!!
    Eppoi a la fine ha
    da rènne conto puranche
    a Domminiddio!

    franca bassi

Commenti