Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

La capitale della pedofilia

By pino scaccia | luglio 8, 2010

Avete sicuramente letto di Mikhail Pletnev, star della musica mondiale. Russo, poco più che cinquantenne, direttore d’orchestra e consigliere di Medved, è stato arrestato in Thailandia per stupro su un minore. Abitudine antica visto quello che gli hanno trovato a casa. Pletnev è stato pizzicato a Pattaya, sicuramente una delle capitali mondiali della pedofilia. Un mercato scellerato a cielo aperto. Sono stato in quella città e ho attraversto la via del sesso, “Walking street”, semplicemente la strada del passeggio. Bambine e bambini venduti davanti agli occhi di tutti, anche dei poliziotti. Guai a usare strumenti professionali e così di quella strada conservo foto scattate di nascosto e video assolutamente amatoriali, girati con il telefonino. Dicono che siano almeno trecentomila i minori in vendita in Thailandia. E’ stata varata una legge e ogni tanto c’è qualche arresto: diciassette l’anno scorso, fra cui un australiano di novant’anni e un cuoco italiano, Massimo, di cui vi raccontai anche in questo blog. Ma la repressione è solo di facciata. La pena prevista arriva fino a vent’anni di carcere, ma nessuno è stato mai condannato perchè tutti i pedofili hanno soldi per salvarsi. Prendete, ad esempio, Pletnev. Il processo è stato fissato per la prossima settimana, ma da giorni sta già a casa, nella madre Russia. Gli è bastato sborsare novemila dollari: niente per una star.

Comments

comments

Topics: inquestomondodisquali, thailandia | 22 Comments »

22 risposte per “La capitale della pedofilia”

  1. Ninni scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 13:46

    E’ uno dei crimini più scellerati che possano esistere. Non trovo altre parole.

  2. mariella scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 13:52

    Senza fine…ma si fa qualcosa? Le denunce le ascoltano i politici…noi laici abbiamo le mani legate sarebbe da fare una…si rivoluzione basta questo scempio nel privato e nelle istituzioni..litigano per tenersi le poltrone…il mondo sta crollandooo, le grida nel silenzio non vengono ascoltate, sono una vergogna..

  3. Paola scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 14:31

    Tutto quello che accade sotto le lenzuola delle persone adulte e senzienti non mi interessa nè mi scandalizza, ma i bambini NO…quelli lasciateli stare…se c’è un inferno quello dovrebbe essere per chi cancella l’infanzia dal volto dei bimbi !

  4. pina scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 14:45

    Non credo sia un fenomeno solo di oggi e nemmeno bisogna andare tanto lontano.
    Qui poi, non si paga proprio: a pagare sono solo le vittime.
    Quando si parla di “pedofilia” non so perchè, mi torna sempre in mente “Tommy” il bambino rapito e ucciso.
    No, non che lui fosse oggetto di. ma venne fuori ad un certo punto una storia sul padre che aveva un computer in una cantina ben protetta con porta di ferro e occhiolino,e si occupava di pedofilia. Il papà, ora in stato vegetativo, era direttore di un uffcio postale.
    Non ho mai creduto ad alcuna ipotesi fatta dai media
    ed ho sempre avuto in merito una mia ipotesi: che sia lui che il piccolo fossero state le vittime, di una cosa più grande di loro. Chiaramente è solo un mio convincimento.
    La Polizia Postale si occupa di queste cose no?

  5. Laura scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 14:50

    Sì,un vero scempio,un’ennesima vergogna per questa umanità così scellerata e piagata!
    Ogni mese partono italiani in questi viaggi-pedofilia
    per compiere questi atti disumani su bimbi innocenti che subiranno traumi profondi…non voglio far discorsi retorici da ex ass.sociale,ma è una grande piaga dell’umanità che va continuamente denunciata,per non farla cadere nel letargo legale!
    Le ‘belve’ umane si sà,grazie al potere economico la passeranno liscia come sempre,come in tutte le situazioni che tormentano la Terra!…Spero che alla fine la coscienza,le Leggi vere ed efficacemente applicate, seguite dai NON CORROTTI prevalgano e diano modo al nostro futuro,i bimbi, di vivere un’infanzia tranquilla e spensierata,…per soffrire c’è sempre tempo…!
    Grazie ‘gabbiano di frontiera’ per averci dato la possibilità, ancora una volta, di riflettere e meditare.
    Lo sò,la nostra è una flebile voce,ma scaturisce dal cuore per poi svettare dall’alto della Torre di Babele! Ciao,Pino.
    Laura.

  6. pino scaccia scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 15:30

    La Polizia Postale fa un grande lavoro. Ogni giorno individua e fa chiudere centinaia di siti. Ma sono talmente tanti nel mondo che è una corsa senza fine.

  7. franca scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 15:43

    Dante Alighieri, il sommo poeta,disse: “Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”. Dovremmo ricordarlo ogni tanto!

  8. ceglie scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 17:02

    Servirebbero pene più severe, per questi esseri vomitevoli e assurdi!!

  9. Laura scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 21:14

    Condivido pienamente con Franca e con Ceglie!
    Noi che ci crediamo uniamoci e diamo voce attraverso la ‘Torre’ alle nostre idee,a quello che ci detta il cuore!
    Un caro saluto a tutti e naturalmente a Pino,dovunque Lui sia..
    Laura.

  10. silvi scrive:
    luglio 8th, 2010 alle 22:56

    Ipotesi…
    Se un giorno non potessimo piu’ leggere notizie di questo tipo chi dovremmo ringraziare?
    Solo noi stessi?

  11. Laura Rocatello scrive:
    luglio 9th, 2010 alle 11:55

    9 luglio 2010

    T E R R I B I L E ! ! !

    Lauretta

  12. Lucio Gialloreti scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 13:11

    Vecchia. penosa storia , questa del turismo sessuale , di questi viaggi soprattutto in quel Paese , dove evidentemente c’è una , se non connivenza, compiacenza e/o tolleranza massima da parte delle locali autorità! Una star della musica classica , con tanti soldi , a piede libero : ma che almeno sia additato a spregio ai fini di cessazione della sua cariera ! Ma mi chiedo sempre , ma le donne maggiorenni e consenzienti non interessano più a nessuno??

  13. lorena scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 14:01

    care amiche spero nel proseguo dei commenti, ma a parte Pino nessun uomo fino ad ora ha fatto commenti a proposito di questo post che grida il dramma dell’infanzia stuprata.
    D’altronde partono aerei di uomini in cerca di sesso, non mi risulta che partono aerei con donne, ma tutto è possibile, nulla è prevedibile .
    Troppe volte abbiamo dimenticato il dramma dei bambini , non ricordo quanto siano i bambini che non hanno un’anagrafe sono parecchi milioni , bambini che non esistino perchè nessuno sa che sono nati, poi ancora quelli che ricevono violenza propio da chi li dovrebbe tutelare , è un girone infernale che esiste da sempre , ma che non significa che per sempre dovrà durare , se non si inaspriranno le pene saranno solo parole al vento . Parliamone svegliamo le coscienze!!!!!

  14. pino scaccia scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 14:54

    Lorena, ti ha appena …smentito Lucio. E poi non ne farei una questione di sesso. Ricordo sulle spiagge africane tenere signore “perbene” pagare i giovanotti locali.

  15. Sissi scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 15:11

    si si, lo sai che una volta che avevo letto di una donna..insomma abusata, e io ho tremila paure per partire da sola e lo stavo dicendo a una signora mia amica, moglie di un medico, e lei ha detto che anche per le donne organizzano voli aerei per posti esotici dove loro vanno lì esclusivamente per sesso?
    cioè per donne a cui piacciono quelli di colore per esempio. Infatti lo trovo a dir poco squallido, non me ne vogliano, però… è così.

  16. pino scaccia scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 16:17

    infatti parlavo di spiagge africane…

  17. Sissi scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 17:35

    si avevo capito, apposta mi è tornata in mente questa signora, perchè lei parlava proprio di donne cui piacciono quelli di colore… e interi aerei! infatti io pure non lo sapevo, lo trovo allucinante proprio.

  18. pina scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 17:40

    Signor Scaccia, ma pure le spiagge africane mi va a “sbirciare” ;;)))))

  19. silvi scrive:
    luglio 10th, 2010 alle 19:35

    Ho avuto la “fortuna” di visitare la Jamaica dove la mercificazione sessuale è ad altissimi livelli. Maschi locali che si prostituiscono con ricche e anziane signore ,specialmente americane.
    Uno spettacolo squallido ma perlomeno è tra adulti….
    I giovanotti locali si comportano come fidanzati e si fanno pagare le cosidette spese di famiglia.
    Mi dicono che in Brasile succeda lo stesso, maschi o femmine non fa differenza.
    La fame e la miseria sono veicoli naturali che spingono a vendere il proprio corpo.
    Per quanto riguarda la pedofilia è certo che sia stata praticata dai tempi antichi .
    Leggendo le Memorie di Adriano traspare il profondo amore dell’imperatore verso Antinoo , giovinetto greco.
    Ma nessuno ha mai pensato a loro come esseri umani che subivano un abuso , una violenza. L’essere schiavo contemplava pure pratiche alle quali non potevano sottrarsi.
    Ora è solo la dabbenaggine, il potere orchesco, la perversione assoluta che spinge certi individui a distruggere l’infanzia di un bimbo.
    Non so se sbaglio ma ho come l’impressione che oggi come allora ,nei tempi antichi, la violenza sui minori sia perpetrata da ricchi signori con tanti soldi e pochissima morale. Il potere, insieme al dio denaro ,esercita nella mente di alcuni un diabolico miscuglio . Senza pieta’ e ne pudore.

  20. pino scaccia scrive:
    luglio 11th, 2010 alle 10:16

    c’è poco da sbirciare, è un'”abitudine” dichiarata

  21. pina scrive:
    luglio 11th, 2010 alle 10:51

    Bella analisi quella di Silvy. Aggiugerei solo che “senza pietà ne pudore” questo male si consuma, inoltre, all’interno della famiglia.
    E qui è più difficile “sbirciare”.

  22. lorena scrive:
    luglio 14th, 2010 alle 11:57

    sono in ritardo , poi Pino è in vacanza ma solo una postilla vorrei aggiungere , che quando il sesso è fra persone consenzienti va bene , altro no.
    Gli aerei che partono con signori per fare sesso con minorenni è un po’ diverso fare sesso con un giovatto maggiorenne ed una signora attempata, certo per me c’è tanto squallore , ma su questo non posso dire altro’ ciao Pino spero che il tuo riposo in un’isola ti dia la giusta serenità quando ritornerai fra noi per guardare questa nostra Italia che appare sempre piu’ corrotta. ciao

Commenti