Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Toh, telegramma dalla Cina

By pino scaccia | luglio 19, 2010

Buffo, scrivo dalla Cina e la Torre, “questa” Torre,  è uno dei pochi blog che riesco a leggere. No facebook, no twitter, no youtube, no blogspot, no splinder, ma qui si, riesco ad accedere. Buffissimo come in realtà sembra che a nessuno freghi di avere mezza Internet censurata (pressochè tutti i social network), forse non hanno tempo, impegnati come sono a far soldi. Elena

Comments

comments

Topics: tribù | 7 Comments »

7 risposte per “Toh, telegramma dalla Cina”

  1. franca scrive:
    luglio 20th, 2010 alle 10:44

    Vabbè! ho sbagliato, il mio commento sta al piano di sotto;)ciao
    Il caldo umido non mi piace, devo spicciarmi, il trullo sta reclamando la mia presenza, ha bisogno di spalancare le finestre, gli alberi di bergamotto hanno sete, il sole deve asciugare l’umidità accumulata e, le pietre antiche hanno mille storie da narrare.

    Folletto Toc

    Ar trullo fatato
    c’è ‘N’ àrbero maggico!
    ne la ràdica c’abbita
    er: “ folletto Toc “
    lo vedi de notte
    te bussa a l’ invetriata
    quanno er zole fa la nanna
    lui sorte da la tana
    e le lucciole apparono
    ner fojame fitto.
    Toc è bello e c’ha
    ‘N lanternino-a-òjo
    verda pe’ cappello!
    te da’ còre…te protègge
    da li banniti der macchiòzzo.
    La pavura quanno vedi
    Sto lanternino te sparisce
    e t’addormi filice
    listesso ‘Na cratura
    ‘N bbraccio a mammà.

    franca bassi
    Amici, se non ci credete, qui trovate: “Il folletto Toc ”

    http://ceglieterrestre.splinder.com/post/21370664/folletto-toc

  2. Elena scrive:
    luglio 20th, 2010 alle 23:29

    Grazie della citazione.
    Stamattina non riesco neppure ad entrare nel mio blog (che è ospitato sull’unica piattaforma normalmente non censurata, cioè wordpress).
    A parte questi “piccoli inconvenienti” l’esperienza si sta rivelando molto formativa ed interessante.

  3. pino scaccia scrive:
    luglio 20th, 2010 alle 23:54

    anche questo blog sta su wordpress
    (divertiti)

  4. Silvia scrive:
    luglio 21st, 2010 alle 06:13

    con questi commenti su una presunta (non reale) censura, finisce che nemmeno più wordpress sarà visibile!!
    @Elena: ciaoooo!!!

  5. Elena scrive:
    luglio 22nd, 2010 alle 01:05

    Ciao, Silvia!
    la censura c’è eccome, però gli operatori occidentali di qui la chiamano in un modo fantastico: “asimmetria informativa”. Immagino che in queste condizioni una parola in più o in meno in un comunicato possa stravolgere sia i destini di importanti trattazioni sia i quelli politici.
    Mi trovo in una importante università di Shanghai per uno scambio culturale con la mia università e, ad esempio, un paio di giorni fa ho assistito ad una lezione tenutasi per noi per illustrarci i grandi cambiamenti in corso nella cina di oggi. La lezione è stata veramente interessante, il docente bravissimo con un inglese perfetto: chiaro che ha studiato in Occidente. Ci ha parlato delle questioni più scottanti, ovviamente dal punto di vista cinese: da quella tibetana a quella taiwanese, ai problemi derivanti dallo sfruttamento delle risorse, inquinamento e così via, però non ha mai (e dico mai) citato il Grande Timoniere. Sembra che dal 1949 al 1978 ci sia stato il nulla. Naturalmente nessuno di noi ha osato chiedere, eppure c’è la mega statua nel campus, il suo volto è sulle banconote, tuttavia c’è una specie di silenzio omertoso su di lui.

  6. Silvia scrive:
    luglio 23rd, 2010 alle 16:02

    grazie per l’aggiornamento, Elena.
    Il silenzio omertoso lo immagino ricco di dolore. Ma sarebbe un lungo discorso. Bello sarebbe, un giorno, studiare cinesee e iniziare a cercare anche nei loro archivi. Chissà se sarà possibile.

  7. Barbara Brunati scrive:
    luglio 26th, 2010 alle 21:02

    I Cinesi sono impegnati a far soldi, ma, mi pare, anche a correggere molte “asimmetrie informative”.le correggono così bene che spariscono…

Commenti