Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Armir, la seconda lista di nomi trovati in Russia

By pino scaccia | novembre 22, 2010

In un giardino di Cerkovo altre piastrine e una gavetta che è un racconto di guerra

Comments

comments

Topics: armir | 49 Comments »

49 risposte per “Armir, la seconda lista di nomi trovati in Russia”

  1. graziano scrive:
    gennaio 17th, 2011 alle 15:54

    Mercoledì 26 gennaio, nel corso del programma di prima serata su Rai3: “Chi l’ha visto?”, andrà in onda un servizio sulla cerimonia di consegna dei piastrini di riconoscimento ai familiari dei soldati italiani dispersi in Russia nel 1943, in particolare alla sorella di un alpino del battaglione “L’Aquila”.

    Nel gennaio del 1943 i nostri soldati inviati in Russia dovettero affrontare la tragica ritirata, ben descritta in capolavori della nostra letteratura come: “Centomila gavette di ghiaccio” di Giulio Bedeschi e “Il sergente nella neve” di Mario Rigoni Stern. Dopo la decisiva battaglia di Nikolajewka molti soldati poterono rientrare anche se in condizioni fisiche e psicologiche disperate. Moltissimi invece non fecero ritorno e furono dati per dispersi.

    Dopo 68 anni di silenzio il ritrovamento di quei piastrini, riportati in Italia dal socio della sezione di Milano Antonio Respighi e la loro consegna rappresenta per molte famiglie un momento di ricordo e il ritorno ideale in Patria del loro Caro.

  2. vittorio toppi scrive:
    gennaio 19th, 2011 alle 14:36

    Ciao Pino.
    Ho trovato nel tuo libro ARMIR molte note utili per ricordare mio zio Vittorio Cesare Toppi deceduto a Tambov nel febbraio 1943 nel campo 56 di Uciostoje.Sto approfondendo notizie su questa località.Nel tuo libro non è citato lo zio tra gli identificati.Negli anni 90-95,quale sindaco del mio paese,Castello dell’Acqua,ricevettila comunicazione del ministero circa il ritrovamento della sepoltura dello zio.Ti chiedo se mi puoi approfondire su questo lager di Tambov,cosi drammaticamente ricordato da coloro,pochi,che passandovi ne hanno descritto tutte le atrocità.Grazie Pino.Con stima Vittorio Toppi ,alpino del Tirano:”Mai Tardi”.

  3. gianni scrive:
    gennaio 28th, 2011 alle 09:19

    cerco notizie di De Angelis Antonio Maria nato a
    tolve (PZ) in Basilicata e dichiarato disperso in guerra nel 1943
    grazie

    c’è un elenco da consultare o che cosa?

  4. Silvia scrive:
    febbraio 6th, 2011 alle 09:16

    Gianni,
    devi rivolgerti a Onorcaduti.
    C’è una banca dati online, la trovi sul loro sito, questo l’indirizzo: http://www.difesa.it/Ministro/Commissariato+Generale+per+le+Onoranze+ai+Caduti+in+Guerra/Ricerca_sepolture.htm

  5. VALORI scrive:
    marzo 22nd, 2011 alle 23:20

    scoperto stasera per caso il luogo di sepoltura di uno zio, si può fare qualcosa ?

  6. pino scaccia scrive:
    marzo 22nd, 2011 alle 23:54

    e qual’è il luogo?

  7. Franco scrive:
    gennaio 30th, 2012 alle 22:57

    Ho letto diversi libri sulla tragedia della Russia perchè sono un appassionato e mi sono sempre posto una domanda, ma che fine hanno fatto i migliaia di corpi dei nostri connazionali caduti per il freddo, le malattie o perchè uccisi dai russi e che i loro compagni per ovvii motivi non hanno potuto seppellire, avevano giustamente altro a cui pensare, una volta ho conosciuto un reduce dei campi di prigionia in russia che diceva che la terra era talmente dura che non potevano scavare la buche ma depositarli in magazzini in attesa della primavera, quando allo sciogliersi della neve i russi si sono trovati con tutta quella massa di corpi caduti quà e là durante la ritirata che giacevano nella neve, che ne hanno fatto?.

  8. pino scaccia scrive:
    febbraio 4th, 2012 alle 00:03

    da quel che so li hanno tutti seppelliti
    quando si è sciolta la neve e si sono ritrovati cadaveri davanti casa hanno scavato fosse nella campagna o addirittura nell’orto della propria casa: molti sono stati ritrovati lì

    comunque ti prego di partecipare al mio nuovo blog sull’armir che è a questo indirizzo
    http://letteredon.wordpress.com/

  9. Christian Costantini scrive:
    settembre 5th, 2012 alle 11:13

    non ho mai avuto modo di chiedere a mio nonno cosa e come fosse stato… Mi sarebbe piaciuto sentirmelo raccontare da lui che laggiù c’era stato… Mi piacerebbe sapere di più su di lui e sono alla ricerca di info se possibile, per capire in quale reparto fosse, dove fosse… etc. Si chiamava Antonio Giacobini. Se potete aiutarmi l’apprezzerei molto. Christian Costantini.

  10. pino scaccia scrive:
    settembre 5th, 2012 alle 12:45

    caro christian, il nuovo blog sull’armir è a quest’indirizzo:
    http://letteredon.wordpress.com/

    manda la richiesta a quell’indirizzo, ci sono molti amici che potrebbero aiutarti nelle ricerche

  11. fortunato riva scrive:
    novembre 15th, 2012 alle 19:13

    carissimo Pino volevo chiedere se si ha il modo di contattare i coniugi Antonio e Gianna Respighi se tra i vari piastrini di riconoscimento in loro possesso.ci possa essere quello di un mio zio disperso in russia. CAPORALE / CAPORAL MAGGIORE INDINO ROCCO del comune di SPECCHIA ( prov. di LECCE ). suo figlio Luigi INDINO so che ha cercato notizie del padre. ora lui e’ un maresciallo dei carabinieri in pensione e risiede a VERGATO ( prov. di BOLOGNA ) e nacque che il padre era gia’ al fronte. recentemente mi hanno dato notizie…spero si tratti dello zio ROCCO…circa il dislocamento del suo probabile reparto sul fronte del don durante la prima fase di ripiegamento. Il suo ruolo dovrebbe essere in artiglieria. ti ringrazio se vorrai prestare attenzione alla mia richiesta e ti auguro ogni bene e che tu possa avere tanti risultati positivi nella ricerca dei nostri cari dispersi in russia e altri fronti. FORTUNATO RIVA CELL . 388 – 1631515…( ti autorizzo a dare il mio cell. a chi fosse in possesso di materiale per la ricerca di mio zio….appena avro’ il suo foglio matricolare daro’ notizia!

  12. pino scaccia scrive:
    novembre 27th, 2012 alle 10:54

    Ti prego di ripetere la richiesta sul blog dedicato all’Armir.

    http://letteredon.wordpress.com/

  13. Massimo Chinaglia scrive:
    gennaio 28th, 2013 alle 10:45

    Salve volevo avere qualche notizia su uno zio di mia suocera disperso in russia si chiama D’Ubaldo Vincenzo nato a Vejano (VT) nel 1922

  14. pino scaccia scrive:
    gennaio 31st, 2013 alle 22:53

    puoi scrivere la richiesta sul blog dedicato all’armir?

    http://letteredon.wordpress.com/

  15. micele lombardi scrive:
    marzo 16th, 2013 alle 17:37

    Sonoil nipote del caporale prisco donato non so di quale divisione era e dato disperso in russia vorrei sapere se possibile la giusta divisione e se possibile qualche notizia e stata veramente una grande traggedia abbandonare tutti quei ragazzi?

  16. micele lombardi scrive:
    marzo 16th, 2013 alle 17:40

    prisco donato caporale non conosco la sua divisione sono uin nipote

  17. pino scaccia scrive:
    marzo 26th, 2013 alle 13:54

    puoi indirizzare la richiesta al blog dedicato all’armir?
    http://letteredon.wordpress.com/

  18. luca scrive:
    giugno 6th, 2013 alle 10:11

    ciao pino mi chiamo luca, io vorrei sapere se ce un elenco di piastrine ritrovate! io con tutta la mia famiglia stiamo cercando suria ottavio, nato a priero. disperso in russia! devo andare a leggere swul foglio che ci dovrebbe anche essere in che battaglia e dove e disperso.

  19. Ezio scrive:
    giugno 12th, 2013 alle 17:56

    Buongiorno, chiedo come si possa fare per risalire ad un nome: Gasparetto Giuseppe, nato a Nanto in provincia di Vicenza, ho parecchie lettere spedite dal fronte durante la campagna di russia. Faceva parte del gruppo alpini del terzo battaglione 113°esima compagnia (P.M. 202).

    Come dovrei fare per sapere dove è finito?

  20. pino scaccia scrive:
    giugno 13th, 2013 alle 18:52

    http://letteredon.wordpress.com/

  21. luca scrive:
    giugno 20th, 2013 alle 20:43

    stiamo cercano suria ottavio nato a priero nel 1922 disperso in russia nella battaglia di nikolaiewka. potete cercarlo per favore.

  22. pino scaccia scrive:
    giugno 22nd, 2013 alle 12:54

    http://letteredon.wordpress.com/

  23. gianna scrive:
    luglio 16th, 2013 alle 19:59

    sto cercandonotizie di vallone rosario disperso. era della prov. di lecce

  24. pino scaccia scrive:
    luglio 18th, 2013 alle 19:32

    http://letteredon.wordpress.com/

  25. Franco scrive:
    agosto 5th, 2013 alle 17:32

    Buongiorno, cortesemente ricercavo notizie circa la sorte di un nostro conoscente disperso in Russia durante la ritirata del nostro corpo militare avvenuta nel gennaio 1943.
    Si chiamava GILINDO BALDISSERA, classe 1909. Abitava a Como.
    Effettivo al 441 Battaglione Territoriale Mobile, 8^ Armata.
    Partito per la campagna di Russia nel corpo li Alpini. Durante la ritirata, a Podgornoje prestò soccorso ad un compagno amico, gravemente ferito che non era in grado più di proseguire il cammino. Gli altri compagni esortrono Gilindo a lasciare l’amico e proseguire con loro, c’era il rischio di essere catturati dai soldati Russi. Volle rimanere con l’amico :” ta lasi minga, stu chi cun Ti” (non ti lascio, rimango qui con te..). Di loro non se ne seppe più nulla.
    I compagni ritornati in patria testimoniarono il fatto.
    La sorella di Gelindo, Rita, è vivente a (Tavernola), Como ed ha 99 anni.

    Ringraziando porgo i migliori saluti.
    Franco Frigerio

    Via Filzi, 10
    22012 CERNOBBIO – CO-
    tel. 031340566

    Signora Rita Baldissera
    Tavernola -Como-

  26. Franco scrive:
    agosto 9th, 2013 alle 12:02

    Buongiorno, cortesemente ricercavo notizie circa la sorte di un nostro conoscente disperso in Russia durante la ritirata del nostro corpo militare avvenuta nel gennaio 1943.
    Si chiamava GELINDO BALDISSERA, classe 1909, nato a Feltre , ma abitava a Como.
    Effettivo al 441 Battaglione Territoriale Mobile, 8^ Armata.
    Durante la ritirata, a Podgornoje prestò soccorso ad un compagno amico, gravemente ferito che non era in grado più di proseguire il cammino. Gli altri compagni esortarono Gelindo a lasciare l’amico e proseguire con loro, c’era il rischio di essere catturati dai soldati Russi, e du essere mandati ai campi di prigionia sovietici. Volle rimanere con l’amico: ” ta lasi minga, stu chi cun Ti” (non ti lascio, rimango qui con te..). Da quel momento di loro non se ne seppe più nulla.
    I compagni ritornati in patria testimoniarono il fatto.

    La sorella di Gelindo, Rita, è vivente a Tavernola, Como ed ha 99 anni.
    Ringraziando porgo i migliori saluti.
    Franco Frigerio
    Via Filzi, 10
    22012 CERNOBBIO – CO-
    tel. 031340566

  27. pino scaccia scrive:
    agosto 11th, 2013 alle 00:11

    http://letteredon.wordpress.com/

  28. Franco scrive:
    ottobre 3rd, 2013 alle 20:57

    Buongiorno, cortesemente ricercavo tra i dispersi in Russia nel 1943 il soldato Bianchi Attiglio. nato a Vacallo nel Canton Ticino, Svizzera. Ed affigliato nei reparti Alpini nelle Campagna di Russia del 1941-1943

    Cordialmente

    Franco Frigerio
    2201 Cernobbio -COMO_

  29. pino scaccia scrive:
    ottobre 4th, 2013 alle 20:18

    puoi indirizzare la richiesta sul blog dedicato all’armir?

    http://letteredon.wordpress.com/

  30. Ferin Adolfo scrive:
    novembre 21st, 2013 alle 22:11

    Vorrei avere notizie di mio zio disperso in russia nella guerra del 41.43 un grazie

  31. pino scaccia scrive:
    novembre 26th, 2013 alle 17:46

    puoi inviare la richiesta al blog dedicato all’armir?

    http://letteredon.wordpress.com/

  32. TOSI RENATO scrive:
    dicembre 9th, 2013 alle 18:50

    buon giorno , chiedo cortesemente come avere i due elenchi dei nomi dei nostri militari non ritornati a casa . in modo particolare del 277 fanteria VICENZA . anticipatamente ringrazio tosi renato 09-12-2013

  33. pino scaccia scrive:
    dicembre 10th, 2013 alle 09:24

    puoi mandare richiesta direttamente sul blog dell’Armir?

    http://letteredon.wordpress.com/

  34. Franco scrive:
    dicembre 13th, 2013 alle 17:45

    CORTESEMENTE RICHIEDEVO LA SORTE DELL’ALPINO DOZIO GIOVANNI , NATO NEL 1921 A LEZZENO (COMO), E DISPERSO IN TERRA DI RUSSIA.

  35. pino scaccia scrive:
    dicembre 14th, 2013 alle 12:28

    per cercare qualche informazione sui dispersi ho aperto un blog apposito e una pagina su facebook
    puoi scrivere lì i dati, qualche amico sicuramente ti aiuterà

    http://letteredon.wordpress.com/
    https://www.facebook.com/groups/131825423632105/?fref=ts

  36. mario scrive:
    dicembre 14th, 2013 alle 21:47

    da 4 anni so la storia della fine di mio zio e il luogo di sepoltura,e la data di morte,e la causa ,tifo- catturato a Stalingrado il 12 dicembre 42-portato a mosca con altri soldati vivi e fatti sfilare sulla piazza rossa tra insulti e urla,altro che messaggi di compassione frutto della propaganda italiana—morto a Leningrado di tifo la notte tra il 3 e 4 maggio 43 ,di tifp o e seppellito nel campo 190–190, comunicanti e divisi da un cimitero-lui è
    seppellito da solo x ultimo a morire saputo ciò da un superstite ancora vivo e vecchio il comune e le ass.reduci di Castelvetrano tp hanno dedicato una parte del monumento ai caduti a questi morti della 2 guerra mondiale, dopo dure proteste e minacce personali di presentare querela per strage e omicidio alla procura militare e per vilipendio, visto gli insulti ricevuti-ma la lotta è vinta e la lapide realizzata, nel cimitero esistono tombe con ritratti ,cenotafi, almeno tali morti hanno un volto ,io in due anni ho girato le tombe con l’elenco e almeno hanno un volto—vorrei vedere foto del posto di sepoltura—

  37. mario scrive:
    dicembre 14th, 2013 alle 21:49

    errore —campi 190—-191.karelia ex finlandese.

  38. mario scrive:
    dicembre 14th, 2013 alle 21:50

    il nome di mio zio è uguale al mio .

  39. mario scrive:
    dicembre 14th, 2013 alle 21:53

    dai racconti del superstite ,ormai ebete x l’età,ci sono 400 salme di italiani nel campo 190—-191–

  40. pino scaccia scrive:
    dicembre 17th, 2013 alle 19:34

    Ho controllato con i miei occhi a suo tempo gli archivi di Mosca: a me il campo 190 risulta a Vladimir, dove poi sono stato personalmente, a 180 km da Mosca.

    http://letteredon.wordpress.com/2013/12/17/viaggio-a-vladimir/

  41. Merlin Michele scrive:
    aprile 18th, 2014 alle 16:43

    Sono il figlio di Alessandro Merlino fante, internato nel campo di UCIODTOJE in Russia, chiedo se c’è la possibilità di trovare la piastrina di mio padre e come fare. Grazie per l’eventuale possibile aiuto, ciao Michele Merlino

  42. pino scaccia scrive:
    aprile 25th, 2014 alle 23:32

    scrivi per piacere al blog sull’armir
    http://letteredon.altervista.org/

    oppure alla pagina facebook
    https://www.facebook.com/groups/131825423632105/

  43. mario scrive:
    maggio 24th, 2014 alle 21:42

    erano racconti ,ma la carta elenco dei camp che ho visto al computer non contemplava le località, non so se vladimir 190 corrisponde a quello che so io …..forse scambiati di posto o forse la mente del reduce era inebetita…comunque campi 190..191..grazie x le immagini ..da quel che so io ,non proprio ignoti x hanno le bottiglie col nome…e avvolto per ultimo in un drappo rosso…insieme a 400 ….la ringrazio…a castelvetrano sono commemorati nel monumento di piazza matteotti…almeno il ricordo li rende vivi..prima di morir ,a mio padre lo ho portato a vedere la lapide e glielo ho fatto toccare…

  44. Antonio scrive:
    maggio 28th, 2014 alle 08:45

    Mi chiamo Antonio proprio come mio zio, che mio padre adorava,morto o disperso in quella tragedia.sono cresciuto con la memoria ed il rispetto profondo verso questo uomo.Si chiama Magrini Antonio di Valentano in provincia di Viterbo. Chiunque avesse notizie può’ contattarci via email magriniantoniooscar@yahoo.it.Grazie

  45. pino scaccia scrive:
    giugno 1st, 2014 alle 13:48

    http://letteredon.altervista.org/

  46. Giuseppe Lirosi scrive:
    settembre 14th, 2015 alle 12:21

    Buongiorno vorrei chiedere se qualcuno conosce o sa dove è sepolto il caporale maggiore Michele Lirosi nato a Grammichele provincia di Catania.
    Mia madre fu’ intervistata dalla RAI UNO DAL GIORNALISTA Puccio Corona.

  47. piero scrive:
    novembre 9th, 2015 alle 07:33

    mio nonno Di Sabatino Pierino di Pescara non è mai tornato dalla Russia.
    Non abbiamo mai avuto Notizie.

  48. tiozzo canella aurelio scrive:
    novembre 11th, 2015 alle 02:40

    Cerco di sapere dove è stato sepolto Don Silvio Marchetti, cappellano militare, nato a Chioggia il 5.7.1912
    Era tenente cappellano del 5° Reggimento Alpini – divisione tridentina.
    Aurelio Tiozzo

  49. amelio corti scrive:
    novembre 28th, 2015 alle 14:33

    buongiorno
    sono il nipote del sergente Capoferri Angelo battaglione Morbegno divisione Tridentina.Ultime sue notizie risalgono al Febbraio 43, dopo di che più nulla.Questo soldato ha ancora una figlia nata nel 1940 ,la quale non ha mai conosciuto il padre .Voi avete qualche informazione?
    Saluti e grazie
    amelio corti

Commenti