Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Battisti resta in carcere

By pino scaccia | gennaio 4, 2011

Videochat. Ci sono ancora speranze sull’estradizione di Battisti? Ne parliamo con il giudice Italo Ormanni, inviato del governo italiano in Brasile. Modera Pino Scaccia. Domani, ore 14 sul sito del Tg1.

Tutto sarà rigorosamente in diretta. Intervenite, fate tutte le domande che volete su un caso scottante come l’estradizione di Cesare Battisti. Garantita priorità per la tribù del gabbiano. ;))) La chat con Italo Ormanni

Dicono che nei giorni scorsi ci sia stata una piccola festa nel carcere di Papuda, cella n.5. Quella di Battisti. Gli amici più stretti, guidati dal solito senatore Josè Nery della sinistra radicale, sono andati a trovarlo per brindare al no di Lula. Forse hanno festeggiato troppo presto, perchè stavolta l’Italia si è messa di buzzo buono e con le armi della giustizia internazionale non vuole mollare un pluriomicida (dicono feroce) che si dice depresso ma che non ha mai chiesto scusa alle sue vittime. I giuristi brasiliani, non italiani, sono i primi a ritenere infranta dalla decisione dell’ex presidente la legge sull’estradizione. E poco fa Cesar Peluso, nuovo presidente del Tribunal Federal, ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dai legali dell’ex terrorista e sollecitata da Lula. Era prevedibile, visto che in maniera collegiale l’Alta Corte già si era espressa in questo senso, ma non si sa mai. Di sicuro, a questo punto, Battisti resterà in carcere, almeno fino a febbraio.

Comments

comments

Topics: brasile, web | 2 Comments »

2 risposte per “Battisti resta in carcere”

  1. Giovanni Farzati scrive:
    gennaio 8th, 2011 alle 21:26

    Battisti, ha sbagliato; ora il Brasile dice e non dice di lui, lo mando o non lo mando in Italia; partita diplomatica e politica dalle tante facce; in tv la sua faccia con un riso beffardo non piace; diamine! almeno un poco di pietà per le persone che grazie alla sua ira maldestra ancora soffrono o sono finite presto sotto marmo; che la giustizia e la poltica facciano il loro corso.

  2. Laura scrive:
    gennaio 14th, 2011 alle 22:09

    Corsi e ricorsi del Male…
    Dolore, lutti, vite spezzate…chi DEVE pagare la pena terrena scappa, noi stiamo ad aspettare una Giustizia incerta, zoppicante nel suo iter…
    Che amarezza Pino, che dolore!!!

Commenti