Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Vent’anni dopo

By pino scaccia | gennaio 9, 2011

E’ possibile scoprire la verità vent’anni (abbondanti) dopo? Non so se Raniero Busco sia l’assassino di Simonetta Cesaroni, ma a sentire il pm che ne ha chiesto l’ergastolo non ci sono dubbi. Le prove “tecniche” sarebbero inconfutabili, sciogliendo così un giallo che per tanti anni ha coinvolto e diviso l’opinione pubblica. Hanno messo di mezzo la banda della Magliana, i servizi segreti, sentito portinai e residenti. Quella sera di agosto in via Poma invece sarebbe successa “semplicemente” una violenta lite tra una ragazza e il fidanzato, un’esplosione di rabbia che ha provocato morsi e ventinove coltellate. Certo fa effetto vedere che quel biondino adesso ha perso i capelli e ha due gemelli, insomma un’altra persona. Non è questo il punto. Le indagini si sono impantanate intorno a Vanacore  ed è stato trascurato un particolare decisivo emerso subito: che il fidanzatino era senza alibi, anzi aveva mentito spudoratamente. Fallite le investigazioni ecco che il velo del mistero è squarciato da analisi scientifiche. Elementare, Watson. Ma non ci sono più gli Sherlock  Holmes di una volta.

Comments

comments

Topics: bellitalia | 2 Comments »

2 risposte per “Vent’anni dopo”

  1. Giovanni Farzati scrive:
    gennaio 9th, 2011 alle 18:47

    Campionato del mondo di calcio in Italia,sotto questo sole, cantavano i Righeira;giustizia ventennale;il delitto di via Poma, agosto del 1990, inondò giornali, tv, radio, milioni di italiani si sentirono investigatori; adesso il risultato del pm, Raniero Busco, ergastolo, prove schiaccianti contro il Busco che ha perso i capelli, sarà un processo lungo e dibattuto, alla fine si vedrà.

  2. Laura scrive:
    gennaio 14th, 2011 alle 22:06

    Un altro mistero…forse risolto, MA quel che è certo che è successo: Simonetta non c’è più, non c’è più il suo papà, se non ricordo male morto anni fa probabilmente ucciso da quel dolore asfissiante per un padre e come Simonetta tante donne hanno incontrato un triste giorno loa morte…
    Il PM sembra proprio determinato, finalmente; le indagini sembra abbiano avuto un ‘aiuto’ scientificamente moderno, se così si può dire!
    Resta l’amaro di una vita spezzata atrocemente, immeritatamente, come tutte le morti ad opera del Male, ed ancora una famiglia che piange…

Commenti