Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Con Baldoni avevamo litigato: le email inedite

By pino scaccia | agosto 18, 2012

Litigata è una parola un pò forte: era impossibile litigare con una persona paciosa, ironica e tollerante come Baldoni. Diciamo che per un paio di giorni abbiamo avuto uno scambio di vedute. Quella discussione è servita proprio a capirci. Tutto era nato dal primo viaggio di Enzo a Najaf. Era andato con la Luna Rossa e io mi ero rifiutato perchè in realtà non mi fidavo: era un viaggio senza garanzie e non potevo lasciare scoperta la postazione Rai di Baghdad. In quel momento ero solo in Iraq. Enzo l’aveva presa a male e mi aveva dedicato un commentino pepato sul suo blog. Io gli avevo risposto risentito e lui aveva subito fatto generosamente marcia indietro. Tutta la discussione si era sviluppata attraverso email. Cercando nei ricordi, come mi capita sempre ad agosto, per conservare la memoria ma anche forse per scoprire nuove tracce su una fine dolorosa e tuttora misteriosa, ho ritrovato quegli scambi. Non avevo mai pubblicato quelle email perchè le consideravo una questione nostra privata. Ma ora voglio farvele leggere intanto per scoprire parole inedite (sempre preziose) di Baldoni. Nel finale c’è la frase geniale su chiacchiere e politica che ormai uso come incipit. Servono anche per mostrare  che razza di uomo era e, fra le righe, al di là della nostra piccola polemica, c’è anche una discussione più importante su un personaggio su cui eravamo in disaccordo e che forse (ne sono ancora convinto) non ha mai detto tutta la verità sull’ultimo viaggio.  Eccole: guardate la data, era la mattina del 18 agosto, come oggi. Dopo altre ore di scazzi verbali al telefono satellitare, fino a notte inoltrata, il giorno dopo saremmo andati a Najaf, stavolta insieme. Dopo tanti anni posso ammetterlo: probabilmente l’ho fatto per orgoglio, per dimostrare a Enzo che anche i giornalisti professionisti hanno un’anima… Oltre che le palle, per dirla alla sua maniera. Quasi una sfida tra due inguaribili veri cronisti.

A: “pino scaccia” <pinoscaccia@yahoo.it>
Da: “Enzo Baldoni” <egb@balene.it>  Aggiungi alla Rubrica
Oggetto: Mamma RAI
Data: Wed, 18 Aug 2004 09:29:30 +0300
Ho letto il blog, e mi sono reso conto di aver scritto una cosa 
che si prestava a interpretazioni non nette, peggio malevole.
Ho scritto, per chiarire la mia posizione: 
"Pino Scaccia ha ragione, ne abbiamo parlato insieme: 
il ritorno era incerto, e nella sua posizione non poteva 
fare altro che restare al suo posto di combattimento. 
L'assenza della RAI non va certamente addebitata a lui, 
ma soprattutto all'azienda che lo lascia solo con la sua piccola
troupe ad affrontare un carico di lavoro 
e di stress veramente alto". E questo è il mio pensiero.
Ora faccio correggere anche il testo del blog. e.

La troupe non è piccolissima, è una troupe giusta: 
un giornalista, un operatore, un montatore, un autista, 
un producer. Solo che dopo un anno e mezzo per agosto questa
troupe lavora per tutti i Tg, magari superando le polemiche
quando la Rai arriva in forze. Un'altra troupe simile sta a 
Nassiriya. Due troupes in Iraq. Mentre nè Mediaset nè altri 
stanno qui. La scelta è stata mia.Ricordati che ti ammiro ma 
le nostre posizioni sono diverse. Il problema è che tu tifi 
troppo per il capo della cri qui a Baghdad, poi ne parliamo: 
ha fatto errori. p.

Da: “Enzo Baldoni” <egb@balene.it>  Aggiungi alla Rubrica
Oggetto: Re: Mamma RAI
Data: Wed, 18 Aug 2004 16:32:44 +0300
A: “pino scaccia” <pinoscaccia@yahoo.it>
Certo che le nostre posizioni sono diverse, Pino: tu sei 
caricato di responsabilità - verso l'azienda, verso 
il mondo politico, verso gli ascoltatori - che io non ho.
Tu sei un professionista, io un dilettante - al massimo 
un dilettante nel senso nobile della parola. Non credere
che non valuti a fondo quanto sia fortunato a poter 
decidere da solo. Non credo, davvero, che nessuno mi debba
nessuna ammirazione: faccio una cosa  che mi piace, mi diverte
e mi arricchisce, tutto qui.  Non ho particolari meriti se non
una fortuna a volte perfino imbarazzante.Non vorrei entrare in 
una polemica sulla CRI, meno che mai con te che sei un compagno
di trincea, nel momento in cui a Najaf, a Baghdad, a Kut, 
a Nassiryia a Falluja la gente muore. 
Lasciamo che siano i fatti a parlare. Il resto sono chiacchiere
e politica, tutte cose da cui voglio tenermi lontano. e.

Comments

comments

Topics: baldoni | No Comments »

Commenti