Ricerca

Categorie

Link


« | Main | »

Il Natale di guerra sul fronte del Don

By pino scaccia | dicembre 24, 2012

image002“Abbiamo preso più di cento uccellini e già sono appesi. Li teniamo per il giorno di Natale. Sarà festa grossa e avremo un piatto squisito. Così ora discorrendo si tenta di passare bene Natale e sebbene così soli potremo essere contenti”. Lettera dal fronte, il 20 dicembre 1942, di Gianni Camerlingo, 22 anni di Giugliano (Napoli), caporale degli alpini, divisione Cuneense, batteria Celere. Secondo i dati di Onorcaduti risulta deceduto il 19 marzo del 1943, nel lager di Tambov.

Millerovo – Costantin Makuala ha 92 anni e qualche problema con le gambe, non riesce ad alzarsi dal divano. Gli sta accanto la moglie senza dire una parola. “E comunque lei non stava qui, stava a Voronezh, non sa nulla di quello che succedeva qui” spiega Costantin. La voce è stanca ma i ricordi lucidi. E ci regala una storia commovente. “Era il Natale del ’42. Io abitavo a Bochonok, un villaggio qui vicino. Gli italiani erano tristi ma cercavano di scherzare per non pensare alla casa così lontana. Chiesero aiuto a noi ragazzini per quello che sembrava un gioco. Dovevamo cacciare i passerotti, cioè i passerotti stavano nel fienile, noi dovevamo accendere una torcetta così i passerotti uscivano e loro li prendevano. Alla fine ne facemmo insieme un sacco pieno di passerotti. Li spennarono, li bollirono e ne facero un piatto natalizio”.  da “Lettere dal Don”.

dsc_16181

Comments

comments

Topics: armir | 1 Comment »

Una risposta per “Il Natale di guerra sul fronte del Don”

  1. Il Natale sul fronte del Don | opinioni interessanti scrive:
    dicembre 24th, 2012 alle 00:54

    […] http://latorredibabele.blog.rai.it/2012/12/24/il-natale-sul-fronte-del-don/ December 24, 2012 at […]

Commenti