Ricerca

Categorie

Link

abruzzo

« Precedente

Quella notte, due anni fa

mercoledì, 6 aprile 2011

Ricordo bene come e quando. Ero appena sceso dall’aereo che mi riportava a casa dal paradiso del Brasile. Undici ore ininterrotte di viaggio, sei ore di fuso, sconvolto. Più o meno le sei di mattina, riaccendo il telefonino e so del terremoto. Alle dieci, giusto il tempo di cambiare la valigia, sto già all’Aquila. Ci […]

Il terremoto

martedì, 6 aprile 2010

Ricordo bene come e quando. Ero appena sceso dall’aereo che mi riportava a casa dal Brasile. Undici ore ininterrotte di viaggio, sei ore di fuso, sconvolto. Più o meno le sei di mattina, riaccendo il telefonino e so del terremoto. Alle dieci, giusto il tempo di cambiare la valigia, sto già all’Aquila. Ci resterò per […]

Mancava un pilastro

mercoledì, 6 gennaio 2010

“La perizia sul crollo della Casa dello studente dell’Aquila sembra dare una risposta chiara alle domande dei familiari delle otto vittime sulle cause della tragedia: «L’ala nord collassata non aveva un pilastro, presente invece in altri punti corrispondenti dell’edificio, che invece hanno retto». I periti della procura della Repubblica, comunque, hanno riassunto in sei censure […]

Lasciare le tende

giovedì, 3 settembre 2009

Capisco che è angosciante lasciare il nuovo rifugio dopo aver subito già uno sdradicamento totale. Capisco che c’è sempre la paura del futuro, si temono le mancate promesse, non ci si fida più di nessuno. Però leggere di furia, di “deportazione” nel lasciare la tendopoli mi sembra quantomeno paradossale. La prima ad essere dismessa è […]

Voci dalla tendopoli

sabato, 11 luglio 2009

Tornato a casa, cercavo un’immagine (ne ho scattate pochissime stavolta) che rappresentasse il senso della nuova avventura abruzzese. Credo che questa sia sufficientemente simbolica di un impegno che deve continuare. Con i terremotati di piazza d’Armi c’è, fin dall’inizio, un dissidio di fondo: la maggioranza è infastidita dai riflettori. C’è da capire: stress e disagi sono pesanti. […]

Adesso

venerdì, 10 luglio 2009

L’Aquila. Prima di lasciare il campo sfrutto ancora la possibilità di collegarmi. La gente qui che ha seguito il G8 solo in televisione, se non per gli elicotteri che sorvolavano ogni passaggio dei grandi della terra, quasi ha un pizzico di nostalgia. Dopo tanta diffidenza iniziale i terremotati sono stati punti dall’orgoglio vedendo Obama e gli […]

Storie e souvenir

giovedì, 9 luglio 2009

L’Aquila. Questo, in genere, è il momento più rilassante della giornata, durante le trasferte. La sera, quando si rientra in albergo, e lo stress è scaricato attraverso  quattro passi nel web e magari qualche riflessione personale. Leggete l’ora, cioè quando sto scrivendo.  L’ho già spiegato: rinchiuso fra le montagne di Ovindoli (il primo albergo con […]

Il mio g8

giovedì, 9 luglio 2009

L’Aquila. “Media village” di Coppito Tutte le dirette del Tg1

Yes, we camp

mercoledì, 8 luglio 2009

L’Aquila. Vi scrivo da piazza d’Armi protetto dall’ombra di una grande tenda. Proprio in questo momento è passato il corteo con Obama. Il presidente americano sta andando a visitare i luoghi del terremoto. Dopo quello sulla montagna, gli aquilani hanno piazzato sul percorso un altro striscione provocatorio: “Yes, we camp”. Parafrasando il motto storico di Obama […]

Il grande dolore

martedì, 7 luglio 2009

Rocca di Mezzo. Fra le montagne, a 1400 metri. Fa freddo. In poche ore sono passato da un mondo all’altro. Dal mare della Versilia all’Abruzzo, due popolazioni distanti ma unite dal grande dolore. Lo ricordava l’arcivescovo durante i funerali stamattina a Viareggio. Ma stavolta al centro dell’evento aquilano non c’è il terremoto anche se Mr. […]

« Precedente