Ricerca

Categorie

Link

filippine

« Precedente

Padre Bossi, il gigante buono che insegnava a volare

lunedì, 24 settembre 2012

Fra le tante battute che rappresentavano la sua umanità ne ricordo una sul sequestro: “Non ce la facevano proprio a portarmi via. Pensa a quanto sono alto e grosso e a loro che, come tutti i filippini, sono piccoli e mingherlini. Così li ho aiutati… insomma ero io che trascinavo i miei rapitori verso la […]

Per non parlare degli scomparsi

domenica, 24 gennaio 2010

Emmanuel Ansihagan è un leader indigeno e giornalista presso la radio DXRS. Da giovedì della scorsa settimana Ansihagan è scomparso. Aveva appena denunciato alla polizia di aver subito minacce di morte per i suoi reportage contro le operazioni di taglio illegale nella provincia di Misamis Orientale.  Uno dei messaggi recitava: “smetti di opporti al taglio […]

La carneficina di Mindanao

martedì, 24 novembre 2009

Le Filippine mi sono rimaste talmente nel cuore che uno dei primissimi post di questa nuova Torre lo dedicai proprio a quello che, a vedere, sembra un paradiso ma che più lo conosci e più ti appare come un inferno. Sono rimasto quaranta giorni nell’arcipelago e per tre volte sono sceso fino a Mindanao, una […]

Libero, dopo sei mesi

sabato, 11 luglio 2009

L’appello di Khwan Ricordate, proprio una settimana fa avevamo ospitato l’appello della moglie di Vagni. Adesso Eugenio è libero, anche se è stata dura, come per tutti i sequestrati in quel dedalo inestricabile che è la giungla filippina. Sei mesi sono stati lunghi ma rappresentano la media. Il caso di padre Bossi, liberato dopo due mesi, […]

Appello della moglie di Vagni

domenica, 5 luglio 2009

“Ho ricevuto questo appello dalla moglie di Eugenio Vagni, con la richiesta di farlo conoscere, per richiamare l’attenzione a livello nazionale su questo caso. Dopo alcune notizie nei mesi scorsi che davano per imminente una sua liberazione, su questo caso è sceso il silenzio. L’ultima volta che Eugenio ha chiamato Khwan è stato Il 26 […]

Cinque mesi, non dimentichiamolo

giovedì, 14 maggio 2009

Rapito il 15 gennaio. Domani saranno cinque mesi. Eugenio Vagni sta sempre in fondo all’arcipelago delle Filippine, nella giungla, in mano ai terroristi. Volontario della Croce Rossa, sessantenne, è stato preso a Sulu, nella piccola isola di Jolo. Erano stati sequestrati in quattro, è rimasto prigioniero lui soltanto, dopo la falsa notizia della liberazione. Forse […]

L’inferno e il paradiso

martedì, 31 marzo 2009

Brasilia. Fa rabbia che un paradiso simile possa diventare un inferno. Sto in un luogo magico come il Brasile ma le sensazioni raccolte in quei due mesi nelle Filippine restano forti, indelebili. Ho visto l’ultima parte dell’arcipelago dall’alto, uno spettacolo mozzafiato. Jolo è un’isoletta più in là di Mindanao. Luogo da sogno infestato dalla guerriglia, […]

La guerra sembra appena cominciata

sabato, 28 marzo 2009

Brasilia. Massacrato dalla burocrazia che mette cortine (per ora) invalicabili sul caso Battisti, seguo con attenzione gli eventi che più sento vicini. L’ho ripetuto più volte: se conosci luoghi e persone l’impatto emotivo è sempre molto forte. Due mesi nelle Filippine, il girovagare in quelle magiche ma inestricabili isole dell’arcipelago, mi riportano spesso alla mente […]

In fondo al mondo

giovedì, 15 gennaio 2009

Padre Bossi mi ha scritto una lunga email per le feste di Natale. Ora sta a Manila, ordini superiori per garantirne la sicurezza, e lui se ne duole perchè vorrebbe tornare in qualche isoletta abbandonata da tutti perchè quella è la sua missione (e la sua vita). Ma la situazione è realmente pericolosa e gli […]

Spenta un’altra voce

martedì, 1 luglio 2008

E’ difficile anche per me trovare le notizie e sono convinto inoltre che interessino solo chi fa il mio mestiere. Ma non voglio che diventi “normale” morire per un giornalista. Nell’ultima settimana ne sono morti (uccisi) tre: in Ecuador, Messico e Filippine. Trentuno vittime solo quest’anno. Tutti fatti fuori da chi non vuole testimoni, in […]

« Precedente