Ricerca

Categorie

Link

lavoro

« Precedente

Chi controlla i controllori

mercoledì, 1 luglio 2009

  “Il disastro ferroviario di Viareggio non ha precedenti: l’asse di un carrello ha ceduto, ed è stato l’inferno. L’amministratore delegato di FS Mauro Moretti ha parlato subito cedimento strutturale escludendo errori dei macchinisti aggiungendo che il carro sviato non appartiene al Gruppo FS, ma a una società privata americana con sede europea a Vienna […]

Lavoro, la strage continua

giovedì, 28 maggio 2009

 Sono morti  altri tre operai, alla raffinerie Saras di Cagliari.Tutti i giorni muoiono in media tre-quattro lavoratori.  Io so benissimo cosa significhi fare l’operaio (anche io lo sono). So benissimo cosa significhi sudarsi lo stipendio (e molte volte rischiare la vita),  per un misero stipendio da mille euro al mese (quando va bene). Ancora oggi […]

Oggi, primo maggio

venerdì, 1 maggio 2009

 “Oggi è il primo maggio, Festa del Lavoro, e già ci sono stati 344 omicidi sul lavoro. Si, omicidi, perchè io non mi permetto di chiamarle “morti bianche”, come fanno molti mezzi d’informazione. L’ho detto e lo ripeto ancora, chiamarle così è un insulto alle vittime del lavoro e ai loro familiari. Cosa c’è di […]

Non chiamiamole più morti bianche

martedì, 18 novembre 2008

 “Il rinvio a giudizio di tutti e sei gli indagati per la strage sul lavoro alla Thyssenkrupp di Torino, e per omicidio volontario con dolo eventuale, per il solo amministratore delegato Harald Espenhan, è sicuramente una notizia importante. E forse è la volta buona che un imprenditore e dei dirigenti verranno condannati con  delle pene esemplari. […]

Niente di nuovo

lunedì, 13 ottobre 2008

Tornando a casa fuso dal fuso, salto a piè pari le analisi sulla crisi economica perchè tanto non ci capisco niente, evito di approfondire lo scambio di carezze americane fra B&B perchè tanto ormai sono folklore così come l’allarme di Fini su razzismo e xenofobia e la denuncia di La Russa su quei tifosi fascisti […]

La strage dimenticata

domenica, 20 luglio 2008

Campello del Clitunno, ieri sera.  Fiaccolata contro le morti bianche, in memoria di quattro vittime del lavoro. Un centinaio di persone, qualche parlamentare, il sindaco, sindacalisti, soprattutto parenti di quei poveri quattro operai, nessuna notizia. Neanche una riga oggi, da nessuna parte. Silenzio assoluto, fino al prossimo morto. Nella notte umbra si è chiesta una […]

Fiaccolata contro le morti bianche

lunedì, 14 luglio 2008

“Lettera d’appello: Partecipate alla fiaccolata del 19 luglio per ricordare i quattro operai morti carbonizzati nella strage sul lavoro alla Umbria Olii di Campello sul Clitunno. L’amministratore delegato della Umbria Olii, Giorgio del Papa, ha chiesto un risarcimento di ben 35 milioni di euro ai familiari delle vittime,  ha ricusato il Gip a otto giorni […]

In attesa di giustizia

domenica, 6 luglio 2008

“Sono la vedova del geometra Bruno Misuraca, ucciso nella voragine apertasi a Materdei il giorno 5 maggio del 1999. Ogni giorno leggo sui giornali di nuove vedove e nuovi orfani vittime di questa vera e propria carneficina che sono le morti bianche, una piaga che questa nazione non riesce a sanare. Qualche giorno fa sono […]

Muoiono quattro operai. E l’azienda chiede pure i danni

domenica, 29 giugno 2008

Ricordate la tragedia del lavoro (fra le tante) di Campello sul Clitunno? Quattro operai morti carbonizzati. Tra pochi giorni, l’11 luglio, ci sarà il processo per quella strage. Nel frattempo che succede? La Umbria Olii chiede alla ditta appaltatrice e ai lavoratori (quindi agli eredi delle vittime) 36 milioni di euro. Non entro nei dettagli […]

La guerra del lavoro/ 2

mercoledì, 4 giugno 2008

“Una settimana fa esatta, nel giro di poche ore,  sono morti cinque lavoratori. Quando questi poveri muoiono, spesso non se ne conosce neanche il nome, come fossero solo dei numeri. Invece sono persone, vittime: Santino Guida, 54 anni, muratore; Stefano Locatelli, 30 anni, operaio; Dario Ubertoli, 30 anni, operaio; Salvatore De Moro, 73 anni, agricoltore; […]

« Precedente